Croazia Info
 Consigli sulla Croazia
Croazia Info

La raccolta dei consigli che ci vengono richiesti più spesso
da chi sta partendo per la Croazia, più i migliori che ci sentiamo di dare

 Consigli di chi ci è già stato

Croazia Info

Raccolta di osservazioni e consigli di chi ha già fatto "un'esperienza Croata". Molto utile per farsi un'idea "diversa" da solitamente proposte segue

Consigli turistici

Informazioni | Indietro | Croazia info


¤ Guidare

¤ Telefoni

¤ Bancomat e carte di credito

¤ Acquisti alimentari

¤ Acquisti in generale

¤ Mangiare

¤ Spiagge

¤ Aggiungere in valigia

¤ Alberghi

¤ Incidente con la macchina

¤ Carta verde

¤ Attivare un numero GSM

¤ Giornali

¤ Telefonare vs. Croazia



newsletter gratuita - Croazia info


Aggiungi questa pagina ai
Preferiti


Aggiungi questa pagina ai
Preferiti

Guidare

Nonostante i benzinai siano aperti dalle 6 alle 22, non sono frequenti, ed è quindi consigliabile avere sempre il serbatoio per metà pieno. Per quanto riguarda i furti d'auto o in auto, valgono le stesse precauzioni che in Italia (non lasciate portafogli, autoradio in vista ecc.). I benzinai con marchio INA sono statali ed insieme all'OMV sono gli unici che accettino carte di credito (meno male, sono anche i più frequenti). Seguite strettamente gli avvisi dei cartelli stradali e i limiti di velocità. Rispettate soprattutto i limiti, in particolare mentre attraversate la Slovenia: la polizia slovena, d'estate, è straordinariamente zelante. In caso di fermo da parte della polizia croata è probabile che, una volta accertato che siate stranieri, non vi verrà fatto nessun verbale.

Telefoni

La cosa principale da fare, se pensate di utilizzare il vostro cellulare, è chiamare il servizio clienti del vostro gestore in Italia (119, 190 etc.) e chiedere se il vostro piano tariffario sia abilitato per fare e ricevere chiamate in Croazia e quale sia il prezzo che applica. I prezzi in roaming sono piuttosto alti, ma quasi tutti gli operatori hanno delle opzioni per estero del tipo "1 euro a settimana - il costo al minuto dimmezzato". Bisogna verificare presso il proprio operatore ed attivare l'opzione prima della partenza. Generalmente, il modo più conveniente per chiamare l'Italia è usare i telefoni pubblici negli uffici postali (intorno €0,30/min) o le cabine telefoniche (vedere anche come attivare un numero GSM croato).

Bancomat e carte di credito

I pagamenti e i prelievi di contanti che effettuate in Croazia con la carta di credito e il bancomat sono in kune. Facendo la conversione in euro l'istituto bancario applica una percentuale sul cambio e, per i prelievi, un fisso minimo; per evitare le sorprese, informatevi prima della partenza nella vostra banca quali siano esattamente i tassi ed importi che vi verranno applicati. Generalmente, sulle carte di credito, vengono applicati tassi dell'1%-2% per il cambio il che rende l'utilizzo della carta di credito abbastanza raccomandabile per i pagamenti. Per i prelievi di contanti, invece, conviene di più il bancomat; Postmat, per esempio, applica €2,50 di spese fisse su ogni prelievo.
Altrettanto è importante verificare prima della partenza presso il proprio istituto di credito se esiste sulla carta una massimale di prelievo all'estero che a volte le banche mettono bassissima rendendo la carta praticamente inutilizzabile; basta chiedere che rilazino la massimale, e al rientro, magari, abbassarla di nuovo.

Acquisti alimentari

Non essendosi ancora affermata un'economia di mercato i prezzi potrebbero risultarvi ridicolmente bassi su alcuni articoli e sproporzionatamente alti su altri. I negozi sono ben forniti e si può acquistare di tutto. Le grandi catene dei supermercati (Billa, Metro, Mercatone ...) sono apparse in Croazia da pochi anni e sono presenti nelle città principali. Nei paesi piccoli ci sono molti negozi a gestione familiare un po' meno forniti e più cari. Consigliamo, per convenienza, di portare dall'Italia la maggior parte degli articoli alimentari non freschi (innanzitutto pasta - in Croazia la pasta Barilla costa fino a €2 al kg - riso, olio, parmigiano, passata di pomodoro, caffè - articoli che gli stessi croati comprano in Italia. Pesce (più conveniente nelle grandi città), carne (ottima), ortaggi di stagione, pane (favoloso), latte, sono da acquistare in loco.

( torna ad inizio pagina )

Acquisti in generale

L'Italia è, insieme alla Germania, il principale partner commerciale della Croazia; Benetton, Stefanel... e molta altra merce alla quale si è abituati è per qualche percentuale di margine più cara che in Italia. In teoria, si potrebbe usufruire del rimborso IVA ma, essendo in parte croati, non ne abbiamo mai usufruito e, di conseguenza, non abbiamo avuto l'occasione di verificare se funzioni e in che modo. Se qualcuno ha delle esperienze in merito, lo preghiamo di informarci

Mangiare

Cevapcici, raznjici, calamari alla griglia, calamari fritti, palacinke - potete alternarli durante tutto il soggiorno senza stufarvi e non spenderete oltre 50 kune a testa. Poi ci sono scampi, pesce, selvaggina, polipo sotto la peka, branzino sotto sale - a ottimi prezzi. Appena arrivati in città, informatevi di quale sia il posto dove si mangia meglio - di solito ci sono nuove gestioni a prezzi molto convenienti, ma anche ristoranti rinomati di eccellente qualità a prezzi accettabili. Trucco: se siete indecisi, entrate nel ristorante e ordinate solo da bere. Se l'ambiente non vi convince, pagate quanto consumato e cambiate ristorante - in Croazia si può a andare al ristorante anche a prendere solo un caffè. Non ci sono differenze di prezzi tra ordinare al banco o ordinare al tavolo, infatti non si pagano coperto nè servizio (mancia opzionale). PEKARA o PEKARNA - Sta per "panificio". Quando vedete questa parola, entrate e mettete in atto una degustazione a tutto campo. Forse anche a voi verrà voglia di riprendere a fare colazione con pane e marmellata (per esempio marmellata di rosa selvatica - "sipak" - si trova ovunque). I cioccolatini croati tipici si chiamano "Baiadera".
Vedere anche la pagina Ristoranti.

( torna ad inizio pagina )

Spiagge

Prima cosa da sapere - le spiagge di sabbia in Croazia sono pochissime. Il mare è limpido e pulito principalmente per l'assenza di grandi industrie, ma anche perché non ci sono grandi fiumi che portano la sabbia. Più frequentemente, le spiagge sono rocciose verso i promontori, con delle parti di ciottoli e ghiaia nelle baie. Dove c'è affluenza maggiore di bagnanti sono state costruite delle terrazze cementate per facilitare l'accesso - per niente spiacevoli e spesso inserite molto bene nell'ambiente. Attrezzatevi con delle scarpe di gomma, sia per facilitare l'accesso in acqua che per eventuali ricci marini (che, ricordiamo, testimoniano la purezza dell'acqua!), sdraio ed gli estremamente utili i tappetini di gomma tipo fitness da usare come base sotto teli da mare e stuoie. Generalmente le spiagge non sono attrezzate con ombrelloni, ma possono essere presenti chioschi che li affittino pur senza fornire nessuna assistenza nel posizionamento. Le spiagge private sono rare, presenti principalmente nella zona del Quarnero, ma, di norma, sarete assolutamente liberi di scegliervi la sistemazione che vi parrà migliore. Se siete appassionati di fotografia procuratevi una fotocamera acquatica (anche usa e getta), perchè i fondali sono spettacolari e pieni di vita.

(consultare anche la pagina Spiagge in Croazia)

Aggiungere in valigia

Per diverse abitudini di vita, negli appartamenti in affitto, spesso mancano alcuni articoli "abituali"; consigliamo di mettere in valigia:
- caffettiera (moka): anche negli appartamenti che ne sono dotati, non venendo usate per la maggior parte dell'anno la qualità del caffè potrebbe non essere eccellente;
- cavatappi: ci è stato fatto notare che ne esistono di molti tipi diversi... non tutti di facile uso;
- biancheria da bagno: la troverete ma è sempre meglio averne in più;
- biancheria da cucina: anche qui contano molto le abitudini personali (tovagliette all'americana piuttosto che tovaglia ecc.);
- apriscatole: valgono le stesse considerazioni fatte per gli apribottiglia;
- scolapasta: non essendo la pasta un "articolo" molto consumato, sono rari gli appartamenti che ne abbiano uno in dotazione;
- antizanzare: assicurarsi di avere sia le classiche macchinette elettriche con piastrine, sia gli spray repellenti per la sera; se preferite le "spire verdi" portate anche i fiammiferi; questi articoli si possono comunque comprare anche sul posto... a prezzi non sempre convenienti;
- torcia elettrica: stradine e lungomari spesso sono "troppo romantici".

( torna ad inizio pagina )

isola Molat isola Krk Opatija Telascica - Dugi Otok Rogoznica

Alberghi

Raccomandiamo come minimo alberghi a 3 stelle - possibilmente 4 - per evitare spiacevoli sorprese riguardo la qualità. Ci sono anche ottimi alberghi piccoli, a gestione privata. Un dato valido con il quale si può verificare la qualità dell'albergo e la data di costruzione o dell'ultimo restauro: se è stato costruito e restaurato negli ultimi 10 anni dovrebbe essere un indice sufficiente per andare a "colpo sicuro".
Bisogna dire che le obiezioni sugli alberghi che abbiamo raccolto finora si riferivano quasi sempre alla cucina. Se prenotate mezza pensione, preventivate che non sarete sempre soddisfatti del cibo - dicono che gli ospiti dai paesi nordici, che sono la maggioranza, non ce la fanno proprio a mangiare il pesce ogni giorno e il menu è adeguato prevalentemente a loro (immaginate il brodo ogni giorno per il primo e qualche volta i spaghetti alla bolognese, ma come il secondo). E' raccomandabile prenotare solo pernottamento con collazione (che è sempre molto abbondante - da paesi nordici, appunto) e all'arrivo, eventualmente, una volta accertatisi della qualità di cucina, fare il supplemento per mezza pensione o pensione completa. Se avete già prenotato mezza pensione e vedete che il cibo non vi piace, proponete al gestore di mangiare "alla carte" (ordinate quel che volete pagando il prezzo da listino) e che vi riconosca un "buono" perché rinunciate ai pasti previsti da mezza pensione. Pagherete un po' di più, ma in compenso mangerete bene; è curioso, ma il ristorante anche quando fa i menu "cattivi", il pesce, carne e piatti "alla carte" li fa benissimo (vedere anche Hotel in Croazia).

Incidente con la macchina

In caso d'incidente con la macchina bisogna chiamare la polizia (tel. 92) che effettuerà il sopraluogo e, possibilmente, farsi dare la copia della carta verde di controparte lasciando a loro la propria. Il verbale della polizia è di solito pronto dopo un paio di giorni ed è necessario ritirarlo per poter denunciare il sinistro alla propria assicurazione al rientro in Italia.

Carta verde

La carta verde non è obbligatoria per poter entrare e guidare in Croazia.
In caso d'incidente, però, è fortemente raccomandabile averla, perché permette facile scambio dei dati assicurativi - si scambiano le copie della carta verde. La carta verde viene rilasciata gratuitamente dalla vs. assicurazione dove avete assicurato la macchina.

Attivare un numero GSM croato

Facendo due conti, per chi si fermi in Croazia un paio di settimane potrebbe essere conveniente attivare un numero GSM croato. Per le chiamate con i cellulari Omnitel e Wind dalla Croazia all'Italia attualmente si pagano 2 euro al minuto (TIM 1 euro al minuto). Anche per le chiamate che si ricevono in roaming bisogna pagare: 0,50 euro al minuto per Omnitel e Tim, addirittura 1,5 euro per Wind.
Chiamare, invece, l'Italia con un gestore GSM croato, costa da 0,4 euro al minuto (Cronet) a 0,6 euro al minuto (VIP), inviare SMS costa 5-6 volte in meno e le chiamate che si ricevono, naturalmente, in questo caso non si pagano.
L'unica spesa che bisogna considerare è l'acquisto del cofanetto d'attivazione con la carta SIM e un numero GSM (di solito si trovano negli uffici postali o presso i benzinai): "Cronet Simpa Start" costa 60 euro e "VIPme CD box" 40 euro.
(a chiunque abbia un numero Wind e pensi di chiamare l'Italia per più di 30 minuti e ricevere telefonate per almeno 10 minuti, conviene, conti alla mano, attivare un numero GSM croato)

Giornali

Durante la stagione estiva, tutte le edicole in Croazia, specialmente lungo la costa, sono ben fornite dei principali quotidiani italiani. Bisogna tenere il conto, però, che il prezzo dei quotidiani sia diverso quando vengono venduti all'estero (2-2,50 euro per la copia) così che potrebbe essere interessante sapere che al prezzo di 6 kune (0,80 euro) si possa comprare " La voce del popolo" il quotidiano di EDIT (Edizioni Italiane) di Fiume in lingua italiana, al quale va abbinata (compresa nel prezzo) l'edizione giornaliera de "Il Piccolo di Trieste". Oltre alla convenienza, con questa "combinazione" si possono conoscere gli eventi locali (aggiornati e in Italiano), senza dover rinunciare alle notizie quotidiane dall'Italia.
Le riviste settimanali, tenendo il conto del prezzo più alto per le vendite all'estero, è raccomandabile portarsele dall'Italia.

Telefonare verso Croazia

Fare le chiamate verso la Croazia costa una fortuna, almeno secondo gli operatori telefonici principali: Telecom - applica la tariffa di 36 centesimi al minuto (50 centesimi verso i cellulari), Wind Infostrada 44 centesimi... Ci sono le compagnie telefoniche più piccole con i prezzi ben più convenienti e di seguito cercheremo di indicare "la miglior offerta" attuale:

- "Telesconto" - 1 centesimo al minuto (9,9 centesimi verso i cellulari in Croazia) - IVA inclusa. Non serve sottoscrivere i contratti, ma basta chiamare da un telefono fisso componendo prima del numero 199.208.208 (199.308.181 per chiamare i cellulari in Croazia)



visitare anche le pagine

Consigli di chi ci è stato - migliaia di consigli raccolti in oltre 7 anni da chi tornava dalla Croazia

Informazioni
Informazioni FAQ


Chi siamo

Contattaci

© Copyright

Segnala errore

Aiuto