Croazia Info di Branko e Nicoletta
 Isola Hvar - Sveta Nedjelja
Hvar isola Hvar

Ad agosto 2008 io e la mia ragazza siamo stati nell'isola di Hvar, nel minuscolo paese sulla costa sud che si chiama Sveta Nedjelja ("Santa Domenica"), talmente piccolo che non c'è nemmeno una gelateria. Abbiamo preso il traghetto (14€ per una Panda e 2 persone) a Drvenik, sulla costa continentale ...

Giorgio e Ilaria - giorgiofiorin AT gmail.com (agosto 2008)
Palmizana Palmizana Hvar Hvar

... e siamo approdati dopo mezz'ora al porto di Sucuraj - il comune con meno abitanti della Croazia - che si trova all'estremità orientale dell'isola. Eravamo alloggiati in un bel monolocale affittato per 40€ al giorno gestito dalla gentile e simpatica signora Dobrila, in mezzo ai pini marittimi lungo una strada che finisce nel piccolo porto del paese. Il mare lì è molto bello, tutto di scogli con le pareti montuose subito alle spalle - meta di scalatori in bassa stagione - e generalmente molto poco affollato.

La città di Hvar
Siamo stati più volte a Hvar città, distante un'ora di macchina da dove eravamo. Il capoluogo ci ha colpiti per la bellezza del centro storico, per la fortezza visitabile e con un gran panorama e per l'acqua del porto... trasparente nonostante le molte barche.

Meno positivo l'affollamento da turisti molto giovani (moltissimi italiani, spesso anche troppo riconoscibili) per i quali probabilmente sarebbe stata la stessa cosa andare a Rimini. La flotta di yacht e di turisti stranieri, molti dei quali statunitensi, ci ha fatto capire ben presto che non eravamo arrivati nel posto più economico della Dalmazia, i prezzi infatti non sono bassi nemmeno al supermercato - catena Konzum - nè al baracchino dei cevapcici sopra il mercato coperto.

Sveta Nedjelja Sveta Nedjelja

Luogo da visitare
Dal porto della città con 50kn a persona - circa 7€ - si arriva in barca alle vicine isole Pakleni, noi siamo stati a Palmizana: semideserta, piena di lavanda, profumata di rosmarino selvatico e piena di fichi d'india e con delle baie isolate con un'acqua piena di pesci e così pulita che sembrava di essere in piscina... veniva veramente da berla! La consiglio molto vivamente. Chi volesse passare qualche giorno di tranquillità in mezzo al verde di Palmizana, lontano dalla confusione, ed è disposto a spendere un po' di più può prenotare da "Meneghello", struttura ricettiva che - vista da fuori - ci ha fatto una buona impressione soprattutto per la posizione.

Una serata caratteristica
Abbiamo partecipato alla "ribarska noc" - serata del pescatore - ad Ivan Dolac, borgo sulla costa sud. L'evento di promozione turistica consisteva in uno stand gastronomico dove diversi giovani preparavano pesce alla piastra: calamari, tonno e sardine serviti tutti su piatti di plastica e senza posate, inoltre per sedersi bisognava adattarsi a quello che si trovava, cioè massi, marciapiedi, panchine... Diciamo che ne è comunque valsa la pena: con circa 8€ abbiamo cenato in due.

Sveta Nedjelja Sveta Nedjelja Hvar Hvar

Qualche suggerimento
Dal porto di Hvar abbiamo fatto una gita in barca a sud dell'isola di Brac, alla Punta d'Oro ("zlatni rat"), famosa spiaggia del paese di Bol, a 2 ore di navigazione.
I 30€ a testa per il "fish picnic" in barca con ricco buffet di carne e pesce si sono rivelati una vera fregatura perchè ci hanno presentato un unico sgombro ai ferri e del vino rosso scadente. La punta d'oro è effettivamente una spiaggia molto bella ma troppo affollata e con l'acqua tanto bella quanto gelata! Abbiamo scoperto tardi che sarebbe stata molto più economica e breve la traversata da Jelsa, sulla costa nord dell'isola.

Dove mangiare
La cucina croata non ha la complessità nella preparazione di buona parte di quella italiana ma si fa comunque apprezzare nella sua semplicità, la nostra carne di macelleria ad esempio non regge il confronto con la loro, che è molto più saporita.
Nell'isola siamo stati a cena in 2 ristoranti caratteristici con terrazza all'aperto che si trovano in paesetti sperduti all'interno: "Kod Komina" a Pitve e "Vrisnik" nel paese omonimo; in entrambi abbiamo mangiato delle buone e abbondanti grigliate di pesce (un vassoio è per due persone e si fa fatica a finirlo). I prezzi in entrambi erano inferiori - sui 20€ a persona - a quanto si spenderebbe nella nostra provincia di Padova - ma comunque non si può dire che sia "regalato".

In conclusione
Andate nell'isola di Hvar ma non alloggiate a Hvar città, ci sono un sacco di paesetti sulla costa intorno più tranquilli ed economici. Per quanto riguarda noi due, ci torneremmo già la prossima estate, ma così facendo ci perderemmo un sacco di altri bei posti che ancora non conosciamo, ci costringiamo quindi a cambiare ogni anno destinazione; la prossima sarà Lussinpiccolo, leggendo gli altri racconti penso che non resteremo delusi.