Croazia Info di Branko e Nicoletta
 Campeggi naturisti d'Istria da A a Z
Istria campeggi

Leggo per la prima volta questo sito, ed essendo un naturista ultratrentennale assieme a mia moglie, vorrei dare il mio contributo quale assiduo frequentatore dei villaggi naturisti dell'Istria croata ...

Franco (2010)

Innanzitutto premetto che il naturismo è sempre un'esperienza positiva, ma ben difficile da catalogare con un significato omogeneo e univoco per tutti; anche se in parole povere io intendo un Adamo ed Eva immersi nella natura da soli o nella promiscuità; nel rispetto di sé stessi e degli altri, privi di scopi morbosi, anche se non dispiace guardare senza malizia una bella ragazza in tenuta adamitica. L’Ile du Levant, nei pressi di Saint Tropez, è stata l’isola da sogno che mi ha convertito totalmente al naturismo, ma poiché i componenti dell’associazione naturista ANB della mia città , si recavano in vacanza in Istria, quest’ultima è diventata la nostra seconda patria estiva, scoprendo un po’ alla volta tutti i villaggi naturisti istriani o “FKK” come li chiamano qui.

In linea generale le località naturiste dell’Istria hanno tutte una costa frastagliata simile una all'altra; composta da scogliera rocciosa con ciotoli, ove con abilità sono stati ricavati dei solarium in cemento fusi nell'ambiente con passerelle per un facile accesso in un mare azzurro, attorniata da un’intensa zona boschiva attrezzata per il campeggio oltre a bungalows e camere tradizionali in pietra.

Valalta piscina Valalta piscina
Koversada grigliata Koversada grigliata

L’Istria è il luogo ideale anche per i neofiti in quanto molti villaggi FKK hanno anche la parte riservata ai vestiti o “tessili”come si suol dire, per fare una prima esperienza; inoltre non viene chiesto nessun passaporto o bollino naturista, a differenza di altri paesi europei. Logicamente in linea generale sono preferite le coppie e le famiglie ai singoli, in quanto danno maggior garanzia di serietà.
Trascorrere le vacanze nell’Istria ex italiana è come essere in Italia. La moneta locale è la Kuna: (7 kune = 1 €uro ); ma l’Euro è accettato ovunque anche dal benzinaio. Pagare in kune è d’uso quasi solo al market. Sconsiglio comunque i cambiavalute locali perché è meglio usare il bancomat e la carta credito che rilasciano moneta locale al cambio ufficiale senza commissioni.

Ecco qui di seguito i Centri naturisti che ho conosciuto e che da anni frequento anche a inizio stagione per il famoso Meeting naturista “Alpe-Adria” organizzato dall’Associazione Naturista Internazionale INF/FNI, dove in primavera si effettuava l’incontro naturista Alpe Adria cioè un lungo week-end di 3-4 giorni ove si effettuavano dei semplici e divertenti incontri sportivi fra i componenti naturisti dei diversi paesi dalle Alpi all’Adriatico: da qui il nome indovinato di Alpe Adria. Questi giochi sportivi comprendono gare miste di pallavolo, petanque, ping-pong, kross o corse campestri per adulti, bambini e famiglie. C’è persino il tiro alla fune e tutto termina il sabato sera con una grande abbuffata, tante bandiere delle nazioni partecipanti, tanta musica assordante ed attestati di partecipazione con coppe ai primi tre di ogni categoria: c’è anche un premio all’ultimo arrivato nella gara del “petanque”, cioè il gioco delle bocce, come viene chiamato all’estero:

Koversada: Vicino a Vrsar (Orsera). E’ stata la prima esperienza naturista nell’ex Jugoslavia, dove assieme ad una dozzina di altre coppie giovani, creavamo “Piazza Bologna” nell’isolotto antistante raggiungibile allora tramite un barcone gratuito, e poi da una passerella in legno, ora in cemento. Si trattava di una variegata sistemazione di tende canadesi o a casetta, disposte in forma indiana, ove preparavamo delle grandi tavolate e giochi di società oltre a gare di pallavolo, prima di dedicarci all’abbronzatura integrale.
Spesso con i gommoni gironzavamo lungo il Limski Kanal (o Canale di Lemme) alla ricerca di qualche spiazzo per attraccare e fare il bagno immersi nel profumo della vegetazione mediterranea. La lingua ufficiale qui è praticamente l’italiano e pure la “miss” naturista che veniva eletta era sempre nostrana ed un paio di volte anche del nostro gruppo di Bologna.
Sono ricordi indimenticabili che cozzano con la realtà attuale. Infatti da Centro naturista di prima categoria, rigorosamente vietato ai singoli dove la maggioranza degli stanziali creavano dei veri giardini attorno al proprio accampamento, ora è diventato un centro vacanze aperto a tutti naturisti e tessili, ove i veri naturisti si sono dovuti spostare nella parte meno attrezzata e più rustica, rinunciando ai loro giardini.
Resta tuttavia uno dei più affollati Villaggi Naturisti della Croazia con numerose nuove installazioni abitative tipo villette, con migliaia di piazzuole per caravan e casemobili e dove c’è sempre mondanità. Un avvenimento che ricordo con piacere è l’enorme grigliata di un manzo intero arrostita sulla spiaggia che durava l’intera giornata ripetuto regolarmente ogni mese estivo.

Monsena Monsena
Solaris Solaris

Valalta: Nei pressi di Rovigno, si trova dall’altra parte del Canale di Lemme dirimpetto a Koversada. E’ praticamente una città naturista con il terminal degli autobus da e per Rovigno; ed ha persino il porto per gli yachts. La sua costa frastagliata per alcuni chilometri è completamente attrezzata per accampamenti di caravan, le cui prime file sono riservate agli stanziali. La lingua ufficiale è sempre stata il tedesco, anche se ora l’affluenza italiana è alla pari, assieme a slavi, svizzeri ed austriaci. Vi sono numerosissimi grill e sanitari lungo tutta l’area naturista, con pizzeria e ristoranti immersi nel verde, fra bungalows, caravan e casemobili di tutte le capienze. Qui si trova la migliore piscina naturista della regione sempre più attrezzata e che nel 2010 ha installato dei giganteschi ombrelloni nell’ampio solarium. La piscina nell’ora di punta è riservata quasi esclusivamente agli ospiti dell’acqua-gin sempre numerosissimi. La piscina è circondata da negozi e con un patio per i balli e gli spettacoli serali. Vi sono diversi campi da tennis, bocce e pallavolo e non mancano negozi, edicole e noleggio di biciclette.

Sul mare diverse ampie tavolate in legno ad uso solarium sono a disposizione dei giovani che li raggiungono dopo nuotate o tuffi dal grande toboga sul mare. Infine vi sono salette da ricreazione o per la rete internet a pagamento. Qui a differenza di altre località tutto è a pagamento, ivi compreso la doccia con l’acqua calda tramite appositi gettoni. La reception organizza viaggi di ogni genere, e speciali escursioni in battello, rigorosamente nudiste per visitare gli innumerevoli isolotti circostanti o all’interno del Lem Canal con pranzo a bordo a base di pesce. Questa località naturista ogni anno ruba spiazzi sempre maggiori alla foresta collinare adiacente per aumentare sempre di più la sua capienza; ed a mio avviso sta diventando troppo grande e di conseguenza anche troppo mondano.

Kazela Kazela
Monsena Monsena

Kazela: E’ un villaggio-camping a Medulin nei pressi di Pola, ed è diviso in due parti: quello naturista e quello “tessile” con un divisorio praticamente mobile, che aumenta o diminuisce a seconda della maggiore affluenza di una categoria o l’altra dei vacanzieri. Nella parte tessile del camping ci sono anche molte camere tradizionali economiche con TV, mentre nella parte naturista sono stati installati recentemente numerosi bungalows sul mare.
E’ comunque un classico campeggio a due stelle, che per i prezzi modesti che applica, conti alla mano, conviene mangiare già fatto. Ma mentre è decente mangiare nella parte tessile, in quella centrale utilizzata da tutti si mangia da cani. Si salva solamente il grill per naturisti, gestito da privati vicino alla scogliera. Nella parte tessile si trovano alcune piccole piscine per il relax, mentre è in costruzione una grande piscina per i naturisti. Questo campeggio è adatto per coloro che amano il relax più assoluto in quanto la parte naturista è priva di animazione, e per distrarsi c’è solamente la voglia di uscire alla sera anche a piedi a girovagare per Medulin a fare shopping.

Monsena: In questa carellata di villaggi naturisti non si può non ricordare questo autentico paradiso sul mare di fronte a Rovigno, di cui metà camping e metà villette, con un paio di ristoranti e grill e ben attrezzato per il solarium sul mare ed attività sportive nudo-naturiste, con un toboga con il scivolo all’interno della piscina, che era la gioia dei bambini.
E’ stato il Centro Naturista selezionato per anni dall’organizzazione naturista internazionale INF/FNI, dove in primavera si effettuava l’incontro naturista Alpe Adria. E’ un vero peccato che la società che ha ristrutturato tutto il villaggio alcuni anni fa, abbia raddoppiato i prezzi e l’abbia convertito al turismo “tessile” col nome di “Amarin”, anche se nella parte più lontana della scogliera gli affezionati naturisti continuano a prendere la tintarella integrale.

Polari e Funtana: Sono campeggi naturisti dislocati sempre nei pressi di Rovigno, ma che conosco meno essendo misti naturisti-tessili e quindi non mi entusiasmano. Vi ho trascorso alternativamente qualche giornata per incontrare dei conoscenti, ma non aggiungo altro di ben definito anche se l’affluenza vacanziera è simile agli altri campeggi naturisti.

Solaris: E’ un resident-camping naturista vicino a Plava Laguna di Porec che ricorda molto Monsena; è fornito di tanta appezzamenti sportivi e persino attività subacquea, e quindi è stato scelto negli ultimi anni dall’organizzazione INF/FNI per continuare il meeting Alpe-Adria, che quest’anno avverrà dal 23 al 26 giugno 2011 compresi, ed in cui io partecipo sempre volentieri nel cross degli “anta”.
E’ il villaggio dove si mangia meglio a buffet: dove i cuochi preparano sul posto ogni ben di Dio, dalla pasta all’italiana che non è male; alle patate fritte, alla pancetta arrostita, alle frittate, al pesce, ecc., con ogni tipo di bevande ed una scelta esagerata di contorni. C’è persino 5-6 tipi di olio per l’insalata e l’aceto balsamico di Modena. Provare per credere. Chi vuole invece la cucina tradizionale croata, va al ristorante sottostante a gustare i rasnici ed i cevapcici ovvero spiedini e polpette ai ferri. Solamente Il caffè per noi italiani è imbevibile, ma fortunatamente con quattro passi si trova espresso al bar.
Tutte le sere c’è musica e ballo, dove partecipano anche molti “tessili” che arrivano dall’adiacente Centro turistico di “Lanterna” attraverso una cancellata vigilata da apposito personale, e da dove entrano di giorno a piedi anche i neofiti per una prima esperienza naturista.
Il Resident è fornito di una piacevole piscina con bar e piatti pronti, e lungo i vialetti idonei alle passeggiate si incontrano dei chioschi per articoli da vacanza, edicole di giornali e numerosi servizi igienici. E’ un 4 stelle con molta animazione sia di giorno che di sera, che propongo senza timore di smentite fra i migliori che si trovano in attualmente nell’Istria. E’ comunque doveroso prenotare poiché nell’alta stagione è quasi sempre tutto esaurito.

Ulika Ulika
Monsena e Rovigno Monsena e Rovigno

Kanegra è il primo camping naturista arrivando dall’Italia e si trova nell’insenatura di fronte a Portorose. L’ho visitato ma non ho trovato nulla di particolare da segnalare tranne che trovandosi in fondo ad un canalone è abbastanza riparato dalla maggior parte dei venti che colpiscono l’Istria d’estate. Mi pare che questo camping sia eccessivamente riservato e privo di gioventù, senza nessuna animazione e non lo propongo anche se lo colloco fra i camping adatti a coloro che amano il silenzio assoluto.

Ulika: Ecco “dulcis in fundo” l’ultima piacevole scoperta. E’ un campeggio raffinato a 4 stelle a Cervar vicino a Plava Laguna di Porec ed è il Centro vacanze più naturista degli altri, di tipo alla francese. Il regolamento prevede di essere nudisti ovunque, anche a fare la spesa al supermarket; anzi è proibito lo slip nella splendida piscina decrescente da acqua zero per i neonati, fino a 2 metri per gli adulti. Anche i giovanissimi sono tenuti a rispettare questa regola per non essere richiamati dal personale, contrariamente agli altri luoghi ove il costume da bagno è generalmente la regola per i minorenni. I sanitari e le docce sono eccellenti e di una pulizia straordinaria, e qui non sono divisi per sesso, proprio come avviene nella maggioranza dei siti naturisti europei.
Da notare che alcuni blocchi sanitari sono appositamente adattati e riservati ai bambini. Inoltre per incrementare i veri naturisti e le relative famiglie, è previsto uno sconto del 10-15% a chi è provvisto di una tessera naturista riconosciuta; inoltre la fotografia è riservata ad uso esclusivamente familiare. Questo campeggio è distinto in due zone. La prima parte è per tutti i naturisti, mentre l’altra è riservata ai naturisti con animali. In questo campeggio non ci sono camere, ma si trovano a noleggio roulotte “Adria” o mobil-home per 6-8 persone. Il campeggio è provvisto di appositi blocchi di mini frigo a noleggio, ed è fornito di un piccolo porto attrezzato per natanti.
E’ il Villaggio naturista ideale per famiglie, ove tutto è dedicato ai giovani. C’è infatti un grande parco attrezzato di tutto, con animatori che si dedicano esclusivamente ai giovanissimi, anche di sera con giochi di società tradotti in quattro lingue: slavo, inglese, tedesco e italiano. Per i genitori e specialmente per le mamme, c’è solamente due volte al giorno l’acqua-gin in piscina, anche se capita spesso di ascoltare col megafono degli inviti per sfide a petanque fra gli adulti. Infine per la cronaca solo la rete internet lascia a desiderare perché funziona a singhiozzo, ma ciò è tutt’altro che grave.
Qui si mangia bene all’italiana e la pizza al forno è veramente come la nostra. Quasi tutte le mattine arriva un camion con il pesce fresco, mentre per l’acquisto di frutta e verdura è d’uso servirsi al chiosco esterno del contadino, vicino all’ingresso del campeggio, ove si trova quasi tutto fresco di giornata, con possibilità di acquistare anche i tipici formaggi locali di capra. Mi auguro che questo luogo naturista così unico non venga contagiato dalla mondanità e resti intatto com’è, perché è veramente un gioiello!

Saluti a tutti i naturisti ed ai neofiti alla prima esperienza.

Il naturista Franco2