Croazia Info di Branko e Nicoletta
 Un viaggio in Croazia iniziato 30 anni fa - isola Murter - Tisno
Croazia Croazia

La mia prima visita in Croazia risale al 1971. Avevo 8 anni, quando i miei genitori decisero di trascorrere una settimana di vacanza in Istria. Gli unici ricordi che conservo sono quelli di una gigantesca vasca da bagno (presumibilmente di inizio secolo) con piedini ed enormi rubinetti collocata nella camera da letto...

Famiglia Mascagni di Ozzano dell'Emilia BO - agosto 2005

viaggio in Croazia

... di un fatiscente albergo di Pula, tutto in legno con porte e pavimenti che cigolavano ad ogni minimo movimento. La vacanza si concluse con un febbrone da cavallo, residuo di una visita (allora molto di moda) alle fredde ed umide grotte di Postojnia in Slovenia.
La mia seconda visita è datata agosto 1983, e successivamente '84 e '85, con quella che successivamente sarebbe diventata mia moglie. Nel periodo estivo, abbiamo percorso in Panda tutta la costa croata alloggiando nelle cosiddette "case dei pescatori" (oggi camere private) sperimentando quel genere di vacanza "on the road" all'insegna del vivere l'ambiente fino in fondo, senza eufemismi.

viaggio in Croazia

Ricordo un risveglio, in compagnia di due scorpioni sul cuscino mentre un terzo penzolava dai capelli di mia moglie; ricordo la mia irritazione per l'accaduto ed il sorriso rassegnato della padrona di casa alla mia notizia, mentre mi offriva fichi e caffè bollente; ricordo l'inebriante profumo di lavanda che circondava i campi di Hvar ed il rumore assordante delle cicale; ricordo il sapore del mare nelle grigliate notturne di Korcula e quel sottile disagio di fronte all'incomunicabilità, che ti divide, da chi ti da' tanto ma non parla altro che la sua lingua; ricordo market semplici e prezzi in dinari che variavano ogni giorno, il cambio nero in marchi, le difficoltà della gente.

Dugi Otok

Tisno Tisno

A vent'anni di distanza (agosto 2005) sono tornato; il fascino non è stato offuscato dai terribili anni di mezzo, ed il mio primo pensiero è andato a quei luoghi, rimasti nel cuore, e di cui avevi letto "distruzione" : Plitvice, Dubrovnik, solo per citarne alcuni. L'inflazione è solo un ricordo, ma anche i prezzi stracciati, forse qualche SUV di troppo nei grandi centri di Split e Zadar (spesso targato Zagabria), legittima ostentazione di chi è riuscito, nonostante tutto, a farcela. Questo pensavo, mentre dalla vecchia guida scivolava a terra una foto, scattata anni fa' ad alcuni bambini di Skradin, che giocavano ai piedi di un palazzo, oggi sventrato.

Sentimentalismi a parte, il paese in cui ho alloggiato (Tisno) isola di Murter, è ideale per chi cerca tranquillità, e le mie due bimbe di 4 e 8 anni si sono divertite più a correre tra gli scogli che a fare il bagno (l'acqua cristallina era fredda quest'anno). Questo lo dico per chi (come me) pensava che i bambini amassero la spiaggia di sabbia e i gettoni delle macchinette. Io li facevo nuotare e correre tra gli scogli, qualche sbucciatura, ma la sera, cotti loro, mi gustavo la mia "pivo" sul mare, sotto un cielo di stelle.