Località sull'isola di Brac

Croazia Info

isola Brac | Traghetti | Indietro | Croazia info

Milna - isola Brac Supetar - isola Brac Sumartin - isola Brac

- Milna:
si trova nella parte occidentale dell'isola, dista diciotto chilometri da Supetar ed è il miglior porto dell'isola.
Fondata nel sedicesimo secolo, è caratterizzata da case a due piani barocche.
La baia di Milna ospita una marina turistica bene equipaggiata. Da non perdere la chiesa gotica di san Giuseppe nella baia Osibova.
- Mirca:
villaggio fondato nel 1579 ha circa 350 abitanti dediti alla frutticoltura e all'orticoltura e si trova tre chilometri a sud di Supetar. E' un alocalità molto tranquilla.
- Povlja:
il paese si trova nella parte settentrionale dell'isola di Brac a dieci chilometri a est di Sumartin. Nei fondali della baia di Povlja sono stati rinvenuti resti di ville di espoca romana.
Nel golfo si trova il porto e il paese ha numerose insenature con diverse spiagge.
E' una località molto tranquilla che offre belle passeggiate lungomare, ma anche punti di noleggio imbarcazioni e una scuola sub per gli appassionati di immersioni.
Da vedere:
- la Chiesa di San Giovanni Battista costruita sui resti di una basilica paleocristiana del quinto secolo.
- Il monastero benedettino fondato nell'undicesimo secolo successivamente danneggiato da un attacco veneziano venne ristrutturato nel 1184.fs

- Splitska:
Si trova nella parte nord dell'isola di Brac a 7km a est di Supetar - il paese venne distrutto dai pirati di Omis. Il porto di Splitska era il punto di partenza dell'esportazione della pietra di Brac ai tempi della costruzione del palazzo di Diocleziano e ancora oggi nella cava di Rasoche si può vedere un rilievo d'ercole opera di uno degli scalpellini di Diocleziano. E' la località ideale per vacanze famigliari e rilassanti: da non perdere la festa del patrono il 15 agosto (festa dell'Assunta).
Da vedere:
- Chiesa della Beata Vergine Maria a Stomorna - costruita nel 1288 su resti preesistenti, ospita un altare con pala raffigurante la Madonna e i Santi del 1577 di Leandro da Bassano pittore rinascimentale veneziano.
- Castello della famiglia Cerinic del 1577.
- Cappella di Santa Jandre - del quinto secolo - si trova in direzione di Skrip.
- Sumartin:
Si trova nella baia posta nella parte sud orientale dell'isola di Brac - fondato nel 1645 da popolazioni che sfuggivano i turchi si orientò verso pesca, navigazione e costruzione navale che è attiva anche oggi. Nel 1747 viene costruito il convento francescano sui resti di una chiesa medievale dedicata a san Martino. E' porto di partenza dei traghetti verso Makarska con cinque collegamenti giornalieri in alta stagione. Da vedere il convento francescano e le baie nelle vicinanze - Rasotica, Zukovik... - con spiagge di ghiaia e sabbia.

Pucisca - isola Brac Pucisca - isola Brac Pucisca - isola Brac

- Pucisca:
Si trova sulla costa settentrionale dell'isola di Brac ed è uno dei più grandi insediamenti sull'isola, le case sono per la maggior parte costruite in pietra bianca. Il porto Stipanska prende il nome da Santo Stefano. La costruzione di insediamenti nella baia ebbe inizio dopo il 1420, quando il pericolo di attacchi pirateschi si fece meno pressante. Dopo il 1462 Pucisca venne minacciata dai turchi che dominavano la Neretva e la costa e si decise per la costruzione di castelli per la difesa: ne vennero costruiti tredici, per primo il castello Cipriano Zuvetica del 1467, e successivamente tra gli altri Aquila, Laslo, Mladinic, Pinesic, Andrijevic-Ivelic, Davidovic, Cipcic e Bokanic . Pucisca è l'unico porto dell'isola che può accogliere imbarcazioni della lunghezza di quindici metri. Il paese dista 24km da Supetar, 22km da Bol dove si trova anche il distributore di carburante, 25km da Sumartin, 16 km da Brac paese dove si trova l'aeroporto dell'isola e in centro si trova la stazione degli autobus che la collegano agli altri paesi dell'isola. Pucisca è famosa per la scuola professionale per scalpellini che si occupa in particolare di intagliare la pietra bianca che viene estratta dalle cave dell'isola . La maggior parte della pietra estratta sull'isola di Brac proviene da Punta Pucisca. In paese ci sono numerose strutture ricettive, numerosi bar e pasticcerie e il paese è famoso per il suo olio d'oliva e il vino. Pucisca è stato e rimane un importante centro culturale - già nel 1515 in paese opera la prima scuola privata dell'isola. Nella sala parrocchiale è conservata la Povaljska Carta, uno dei documenti in lingua croata tra i più antichi. Il paese si sviluppa attorno al castello Zuvetic. Intorno al villaggio esistono sentieri per bicicletta e trekking, e tra gli sport praticati ci sono anche vela, windsurf e sci nautico, parapendio e immersioni.
Da vedere:
- Chiesa dell'Assunzione rinascimentale costruita nel 1533.
- Chiesa di Sv.Juraj si trova a Bracuta sopra Pucisca - costruita in stile gotico romanico.

- Castello Cipriano Zuvetic - edificio rinascimentale del 1467.
- Chiesa parrocchiale di Santo Stefano costruita dai benedettini che nell'undicesimo secolo edificarono anche l'annesso monastero. Recenti lavori di ristrutturazione e conservazione della chiesa hanno portato alla luce le tre finestre presenti su una delle pareti, un arco di trionfo e tracce di decorazioni ad affresco. Dove oggi sorge il cimitero sono state inoltre trovate tracce di un antico monastero benedettino.
- Chiesa parrocchiale di san Girolamo - costruita nel 1566 e ampliata e ristrutturata nel 1750 in stile barocco. Sopra l'altare principale si trova un bassorilievo in legno di ulivo che mostra il Santo patrono di Pucisca, san Girolamo, opera dello scultore Franje Ciocica di Korcula, datato 1578 secondo la firma in latino che vi è incisa. Da non perdere anche l'altare ligneo di Sant'Antonio, un dipinto della scuola del Tiziano che raffigura san Rocco e una pala raffigurante la Madonna del Monte Carmelo con santa Teresa di ignoti pittori veneziani del diciottesimo secolo. Nel tesoro della chiesa di San Girolamo sono conservati preziosi oggetti di culto, paramenti, dipinti e sculture, diversi manoscritti, tra cui un manoscritto sulla storia di Pucisca. Attorno alla chiesa e nel cimitero annesso sono stati ritrovati tracce di insediamenti più antichi, tra cui un altare pagano e una lapide romana. Durante il periodo estivo in paese si tengono numerose manifestazioni culturali e di intrattenimento tra cui concerti di musica classica, pop, jazz e complessi vocali, spettacoli teatrali, conferenze, serate letterarie e vari eventi sportivi.
Personalità importanti:
- Trifun Bokanic (1575a al 1609i), un costruttore della parte finale della torre della Cattedrale di Trogir e, probabilmente, la torre delle chiese di Trogir San Nicola e San Michele.
- lo scultore Branko Deskovic (1883i-1939i) e Valeria Michieli (1922-1981.). Sul lato ovest dell'ingresso al porto di Pucisca, vicino al mare, si trova un monumento alle vittime di guerra di Valeria Michieli.

Sutivan - isola Brac Sutivan - isola Brac Sveti Martin - isola Brac

- Supetar:
E' il capoluogo dell'isola di Brac, situata nella parte settentrionale dell'isola all'interno della baia di Sveti Petar ed è collegata a Spalato da una linea di traghetti. La festa del patrono è il 29 giugno Santi Pietro e Paolo.
Da vedere:
- Chiesa sell'Assunzione di Maria del diciottesimo secolo costruita sui resti della precedente basilica paleocristiana dedicata a San Pietro.
- Chiesa di San Martino del diciottesimo secolo viene utilizzata per mostre d'arte.
- Cimitero - vi si trovano il mausoleo della famiglia Petrinovic in stile neobizantino con cupola bianca, due sarcofagi paleocristiani e alcune tombe scolpite dallo scultore croato Ivan Rendic (pietà sulla tomba di Mihovil Franasovic, il mausoleo della famiglia Radnic e la tomba di Rinaldo Culic) e sotto al cimitero i resti di una villa rustica romana. Altre opere dello scultore Ivan Rendic si trovano al secondo piano della biblioteca comunale, nella galleria Ivan Rendic: a Supetar lo scultore trascorse la sua gioventù e gli ultimi anni della sua vita. Nella piazza fuori la biblioteca si trova la scultura "allegoria della mente".
- Chiesa di San Luca che ospita, inserito in un muro, la rappresentazione della più antica nave dalmata. La chiesa di trova sopra Supetar ed è dell'undicesimo secolo.
- Torre dell'orologio.
- Le Bunje, casette di pietra a pianta circolare con tetto a cupola costruite dai contadini tra vigne e oliveti.

- Skrip:
È la più antica località dell'isola - la festa del patrono è il 18 agosto, Sant'Elena.
- Sutivan:
Situato nella parte nordorientale dell'isola di Brac è caratterizzato da una bella passeggiata lungomare che si estende da Lucica alle baie Likva, Prbuje, Stiniva, Stipanska, Mala Tiha e Vicja Luka.
Il paese è circondato da olivi secolari e vigneti attraversati da sentieri di campagna percorribili sia a piedi che in bicicletta. Il paese è particolarmente adatto a famiglie con bambini. Ogni anno a luglio a Sutivan ha luogo il festival degli sport estremi. Il centro storico è protetto come monumento culturale. Oltre al centro sono da vedere:
- chiesa di San Giovanni Battista che si trova nella parte orientale di Sutivan, costruita sulla preesistente basilica paleocristiana del sesto secolo.
- casa Ilic - è il primo palazzo fortificato costruito a Sutivan da Jakov Nadali-Bozicevic nel 1505 in stile rinascimentale. Il palazzo ha perso molta della sua bellezza originaria in seguito ai successivi cambiamenti apportati e alle ristrutturazioni alla facciata frontale. L'iscrizione in latino sul fronte del palazzo è un'elogio alla Repubblica di Venezia, perché Jakov Nadali combattè sotto la bandiera di San Marco e costruì questa casa con i soldi guadagnati durante le campagne militari. La casa ha un ampio parco che nella parte sud è diventato parco pubblico.
- Casa Definis - ospita una ricca biblioteca.

Bol - isola Brac - Zlatni Rat Bol - isola Brac Bol - isola Brac

- Casa Marijanovic - costruita a forma di torre affaccia sulla spiaggia cittadina nel diciassettesimo secolo da Janko Marijanovic-Drazoevic conosciuto come il conte Janko. E' un piccolo castello con un balcone affacciato sul mare e una meridiana nel muro sud.
- Palazzo Kavajina - palazzo in stile barocco con parco ed edifici commerciali: sul cancello a sud c'è un'incisione umanistica "ostium non Hostium" cioè che la porta sia aperta solo agli amici.
- Mulino - l'ex torre della famiglia Ilic nei primi anni del diciannovesimo secolo diviene un mulino, il meglio conservato di 25 mulini per cereali che si trovano nella parte orientale della città, la più ventilata.
- Municipio - costruzione in pietra bianca di Brac oggi ospita la stazione di polizia, l'ufficio postale e l'ufficio turistico.
- Chiesa di San Rocco - costruita nel 1623, ampliata nel 1788 con la costruzione del campanile nel 1879. All'interno è conservata la statua lignea di San Rocco e tre dipinti - Annunciazione, Resurrezione e Ultima Cena - di artisti sconosciuti.
- Chiesa parrocchiale di Maria Assunta - costruita tra il 1576 e il 1590 in stile tardo rinascimentale è visibile dal mare e la sua forma caratterizza Sutivan. Alla fine del diciottesimo secolo viene ampliata, ma mantiene le sue caratteristiche barocche.
Da non perdere:
- fiera di san Rocco - si tiene il 16 agosto;
- Notte dei pescatori - si tiene il 24 luglio ed è un mix di competizioni goliardiche con degustazione di pesce al forno e vino casalingo;
- Vanka Regule - festival degli sport estremi che si tiene nella seconda settimana di luglio.

- Selca:
Si trova nella parte est dell'isola di Brac a un chilometro dal mare e ha due zone turistiche sul mare - Punitnak e Ruzmarin. L'economia di Selca ruota intorno all'industria lapidaria.
- Bol:
Si trova nella parte centrale della costa meridionale dell'isola di Brac, ai piedi del monte Vidova Gora (778 metri), dista 36 chilometri da Supetar percorribili in circa quaranta minuti, oppure ventidue chilometri da Sumartin percorribili in venticinque minuti e quattordici chilometri dall'aeroporto internazionale dell'isola di Brac, aperto solo durante la stagione estiva. A ovest di Bol si trova la spiaggia Zlatni Rat lunga seicemtotrentotto metri, mentre sulla penisola Glavica, nella parte orientale del paese, di trova il convento domenicano che ospita un museo con una ricca collezione di reperti archeologici, oggetti di pregio e quadri.
Il centro di Bol si articola intorno al porto: vi si trovano palazzi in stile barocco, la chiesa parrocchiale, la piazza e il Kastil. I principali complessi alberghieri trovano posto vicino a Zlatni Rat.
Tra gli sport è possibile praticare tennis, windsurf nel canale tra le isole Brac e Hvar, sci nautico; presso la spiaggia Zlatni Rat si trovano diversi punti di noleggio pedalò e canoe. Per quanto riguarda il windusurf i centri di windsurfing di Bol offrono il serivizio di noleggio attrezzatura.
Bol è famosa per la vivacità della sua vita notturna: ci sono numerosi caffè e cockatil bars e durante la stagione estiva spettacoli e manifestazioni culturali.
Tradizionalmente si tengono due eventi, il benvenuto all'estate e l'arrivederci all'estate ad inizio e fine stagione, con musica dal vivo e spettacoli pirotecnici, buon cibo, piatti a base di pesce e vini locali.

Bol - isola Brac Baia Lovrecina - isola Brac Lozisca - isola Brac