Cattedrale di Sibenik

Storia e particolari della Cattedrale di San Giacomo a Sibenik

La Cattedrale di San Giacomo o Sveti Jakov è uno dei simboli maggiormente riconoscibili della città di Sibenik, si trova in Piazza Repubblica ed è l'edificio Rinascimentale più importante della Dalmazia, dichiarata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO nel 2000.
La Cattedrale venne costruita nell'arco di 100 anni sulla basilica romanica preesistente di San Giacomo in Piazza a partire dal 1431 utilizzando alcune parti e frammenti architettonici della precedente chiesa - il leone destro che si trova sul portale principale ed alcune colonnine.
Il Duomo venne commissionato dal Comune con accordo con il Vescovo Giorgio Sisgoreo dell'ordine dei Domenicani, ad Antonio di Pier Paolo delle Masegne di Venezia con collaborazione di Bonino da Milano e dei maestri Veneziani Francesco di Giacomo, Antonio Brusato e Lorenzo Pincino: venen costruito il primo piano della parte anteriore della chiesa in stile gotico con due portali, ma le opere non soddisfacevano il Comune che nel 1441 assegnò i lavori a Giorgio Orsini conosciuto come Georgius Mathei Dalmaticus o Juraj Dalmatinac. Discendente dalla famiglia Romana degli Orsini che nel 1200 avevano ricevuto in beneficio alcuni territori in Dalmazia. L'Orsini mie mano alla ricostruzione del primo piano in stile gotico veneziano inserendovi elementi del primo RInascimento - la crociera, l'abside e la copertura a navate utilizzando un sistema a incastro di lastre di pietra. Grazie a questo sistema il tetto non è sostenuto da nessuna trave in legno ed è formato interamente da pietre incurvandosi sopra le navate fino a chiudersi nelal cupola con struttura a specchi.
  • Sibenik e la Cattedrale

    Sibenik e la Cattedrale

  • Cattedrale di San Giacomo

    San Giacomo

  • Facciata frontale della Cattedrale di Sibenik

    facciata della Cattedrale

  • Le cupole di san Giacomo

    le cupole

  • il fregio della Cattedrale di San Giacomo

    il fregio

... e la storia continua...!

Con la Cattedrale di San Giacomo l'Orsini portò il Rinascimento creando alcune delle soluzioni più innovative del suo tempo come la cornice di teste di uomini comuni, adulti e bambini dal basamento dell'abside esterno che raffiguravano abitanti di SIbenik dell'epoca (74 teste) o la struttura che regeg la cupola a base quadrata. Orsini lavorò al Duomo per tutta la vita fino al 1475, anno in cui morì e successivamente passò il testimone ai suoi discepoli: Nicolò Fiorentino, Zuane di Pribislav, Andrea Alessi, Martin Bulicich e Andrea Budcich. Nicolò Fiorentino al secolo Nicolò Giovanni Concari lavorò alla Cattedrale dal 1477 al 1505, già studente di Donatello. Nicolò Fiorentino terminò la volta a botte della chiesa e la cupola ottagonale e dopo di lui il lavori proseguirono con altri protomastri fino alla consacrazione della chiesa nel 1555: esattamente 124 anni dopo la posa della prima pietra!
La facciata di San Giacomo presenta un bellissimo portale con statuette dei Santi che raffigura la partenza degli Apostoli da Gerusalemme, e il Giudizio Universale e un rosone centrale chiuso da frontone semicircolare che è stato di ispirazione per numerosi edifici successivi. Il Portale laterale che si apre sulla piazza chiamato Portale dei Leoni raffigura l'inizio dell'umanità con le statue di Adamo ed Eva e l'origine della chiesa con le statue di Pietro e Paolo scolpite dall'Orsini.
Entrando nella Cattedrale si possono vedere ben sei cappelle per ciascun lato e al di sopra delle cappelle si vedono i matronei: nella prima cappella a destra c'è la tomba del Vescovo Giorgio Sisgoreo dell'Alessi (1454), mentre nella prima cappella a sinistra c'è il sarcofago del vescovo Giovanni Stafileo di Traù (XVI secolo), oltre al bellissimo altare si Sant'Anastasio dell'Orsini.
Le tre navate della chiesa sono divise da archi a ogiva che appoggiano su due file di colonne: nella navata centrale tra archi e matronei l'Orsini scolpì un delicatissimo fregio.
Nella navata destra sull'altare si Santa Croce si trova un crocefisso ligneo del 1455 (Jurai Petrovic), sull'altare dei Santi Fabiano e Sebastiano si trova un quadro di Filippo Zanimberti (XVII), nella seconda campata sopra l'altare dei Re Magi spicca un quadro di Bernardino Rizzardi, mentre gli angeli accanto all'altare sono opera di e Nicolò Fiorentino e il pulpito è una creazione di Girolamo Mondella (1624). Il Presbiterio è separato da una balaustra dalla navata centrale con colonnine opera di Nicolò Fiorentino (stile Rinascimentale toscano) e l'altare maggiore è un'opera del 1638 in stile barocco.
Nel pavimento della chiesa sono murate alcune tombe tra cui spicca quella del vescovo Spingarola (XVI secolo) scolpita da Antonio Nogulovich.

Sapevate che ...

  • Giorgio Orsini conosciuto come Juraj Dalmatinac nasce a Zara nel 1400 e vive a Venezia fino al 1441 quando con la moglie Elisabetta e le tre figlie di trasferisce a Sibenik su richiesta del Vescovo di Sibenik Giorgio Sisgoreo per dirigere i lavori della Cattedrale...

  • La Cattedrale di San Giacomo venne completamente restaurata tra 1843 e 1860 e nuovamente consacrata nel 1860...

  • La Cupola del Duomo di Sibenik vence costruita da Nicolò Fiorentino subito dopo la ricostruzione della cupola del Duomo di Firenze (1420-1434), e prima della cupola Romana di Michelangelo (1547-1561)....

Dall'Abside destra una lunga scalinata porta alla sagrestia e una seconda scala (a destra dell'altare) al Battistero che si trova sotto l'abside sinistra. Il Battistero è chiaramente Rinascimentale, ha una base circolare e 4 absidi poco profonde: è opera dell'Orsini assistito durante i lavori da Andrea Alessi e Nicolò Fiorentino. La volta del Battistero è formata da un grande monolito scolpito in stile gotico Fiorentino: in questo Battistero venne battezzato Nicolò Tommaseo.
Una delle peculiarità del Duomo di Sibenik è l'uso esclusivo della pietra proveniente dall'isola di Brac scolpita sul posto con le stesse tecniche utilizzate per la scultura. La seconda particolarità (tra le tante!) è che la Cattedrale non ha un campanile proprio, ma utilizza una delle torri delle vicine mura d cinta, trasformata in campanile.
Già stato qui? Ricordi di qualche posticino? Hai qualche dritta o consiglio da dare?

SEGNALA

Le statue della cupola del Duomo

La statua affacciata a sud e verso il mare rappresenta San Marco che non solo è il Patrono di Venezia e rappresenta la Repubblica, ma è anche il protettore della navigazione libera e sicura e rappresenta la Repubblica di Venezia considerata come una "nuova Roma", "avvocato della Fede" e "protettrice della Chiesa",soprattutto dopo la caduta di Costantinopoli nel 1453 con San Marco che assume il ruolo di Gesù Salvatore.
La statua di San Giacomo è rivolta verso est e fronteggia la minaccia Turca, infatti originariamente impugnava una spada - oggi andata perduta. San Giacomo è il protettore della diocesi di Sibenik e più in generale il protettore degli eserciti Cristiani e dei suoi coraggiosi cavalieri, e si trova sul muro sopra l'altare maggiore come chiaro simbolo di preparazione e vigilanza costanti.
La statua di San Michele è rivolta verso il nord, verso la città e la Fortezza di San Michele: è il guerriero del Paradiso, il comandante degli eserciti celesti che sconfisse l'angelo ribelle Satana. San Michele si trova sul tetto della Cattedrale e con una lancia trafigge il demone sconfitto, curvo e contorto che si rannicchia ai suoi piedi con allusione diretta alle future vittorie contro i Turchi oppositori della fede e della croce.

Le facciate della Cattedrale

La facciata tripartita della Cattedrale di San Giacomo rispecchia la divisione interna dello spazio e il rosone che troneggia sopra il portale è unico nel suo genere.
Nella parte bassa della facciata occidentale domina la scena del Giudizio di Bonino da Milano costruita durante la prima fase della costruzione (1431-1441), un perfetto esempio di stile lombardo-veneto. Archi doppi a sesto acuto decorati da colonne ritorte fanno da cornice ai 12 Apostoli che i restauratori hanno cercato di salvare dall'usura e costituisce la parte interna del portale. Il rilievo della lunetta del portale riproduce il Giudizio Universale. La cornice esterna dell'entrata principale alla chiesa ha colonnine ritorte che sorreggono due larghi baldacchini posti a protezione delle sculture gotiche. Il grande rosone centrale che domina la facciata è opera di Bartolomeo da Mestre (1531), mentre il rosone più piccolo che si trova al di sopra, nel timpano è opera di Juraj Dalmatinac.
Un osservatore attento potrebbe notare che in cima al timpano tripartito della facciata principale manca il quarto patrono celeste, che non venne mai scolpito e al posto del quale, probabilmente, venne installata la statua del Cristo.
Muro settentrionale - appartiene alla prima fase costruttiva con pilastri e finestre gotiche sopra le quali si trovano una serie di archetti gotici ciechi con teste di animali e di uomini che sono una copia delle teste presenti sui capitelli delle colonne del portico del palazzo del Doge a Venezia. La parte più notabile del muro settentrionale è costituita dalle colonnine che incorniciano il portale e sulle quali si trovano le statue di Adamo ed Eva. Le colonne che sorreggono Adamo ed Eva poggiano su due leoni che sono il simbolo dell'autorità Veneziana. Ciascuno regge un pilastro ottagonale il cui capitello funge da base per le due statue di Adamo ed Eva e copra di queste si trovano due baldacchini gotici con le statue Rinascimentali di San Pietro e San Giacomo scolpite da Juraj Dalmatinac intorno al 1445. Sono due figure rigide, con le parti intime coperte da foglie di fico: il palmo destro di Eva è posizionato sulle costole mentre quella di Adamo sul cuore. Archi gotici formati da colonne ritorte incorniciano la lunetta e un portale ligneo con rilievo in bronzo che raffigura scene della Bibbia. La Cornice Esterna all'abside - si tratta di una galleria di ritratti scolpiti (71) di teste di uomini che corre lungo tutta la cornice esterna dell'abside.

Sibenik e la Dalmazia

Trovi interessanti queste informazioni? Condividile con i tuoi amici!

Dove andare? Come scegliere? Qui sappiamo darti le indicazioni giuste

CONTATTACI