Croazia Info
Diario di una bella vacanza a Belej - agosto 2012
casa al mare Natura

Siamo stati in vacanza a Belej sull’isola di Cres a luglio e contro ogni aspettativa – tutti ci dicevano che avevamo scelto un paese “scarso” – ci siamo trovati bene! Innanzitutto due informazioni sull’isola di Cres: non è molto turistica (forse la meno turistica delle isole della parte nord del mare Croato) ed è...

Ettore, Jem, Carlo e Cinzia (agosto 2012)

...lunga e stretta, ci sono quindi spiagge in ogni lato, raggiungibili a piedi, in barca e in bici. A noi piace andare in bici, anche percorsi lunghi, ma non tanto fare sali-scendi, quindi cercavamo un posto adatto e Belej ci è piaciuto subito: si trova nella parte orientale dell’isola di Cres (quella rivolta verso l’isola di Rab, e verso Senj sulla terraferma, per intenderci), ci sono poche case (cioè pochi turisti) e tra il paese e il mare ci sono pascoli e prati attraversati da sentieri che passano attraverso muri a secco chiusi da cancelli di legno che, abbiamo letto, si possono oltrepassare e bisogna solo aver cura di richiudere bene per evitare che le pecore che sono un’importante risorsa economica delle famiglie dell’isola, sconfinino dove non devono andare. A questa cosa dei cancelli che si possono oltrepassare non avremmo mai pensato perchè siamo abituati al fatto che un cancello chiuso voglia dire “vietato passare”: non a Cres e ci è piaciuto tanto che un giorno ci siamo messi a contare quanti ne abbiamo “passati” (12! Ma se avessimo svoltato a destra...). A Belej non c’è proprio niente, poche case e il negozio è sulla strada, appena dopo l’incrocio per entrare in paese (dopo la chiesetta col cimitero), dove ci sono anche due ristoranti molto frequentati con grill a vista che mandano dei profumi... paradisiaci! La bellezza di questi ristoranti è che da una cert’ora in poi sono sempre aperti e si mangia bene per pochi soldi cosa che ha ridotto il cucinare nel nostro appartamento al minimo, giusto il caffè del mattino e qualche cena con prosciutto e formaggio nelle sere in cui eravamo troppo esausti per uscire...
Ma tornando al paese, la parte più bella di Belej sono le sue spiagge: ce ne sono diverse, lungo tutta la costa: noi siamo stati alla spiaggia Koromacno che, anche se bella e di ciottolini non è stata la nostra preferita. In sella alle nostre bici ci siamo spostati alla baia Meli di ciottolini con piccolo porto, ma la sorpresa della vacanza è stata la baia Galboka... di sabbia finissima... il primo tratto è di ciottoli, poi inizia la sabbia e c’è sabbia anche in acqua che ha un colore da lasciare a bocca aperta... bella, bella, bella!

Isola Cres - Osor Osor
Cres - porto Cres

La particolarità di questa parte della costa è che non ci sono alberi, è un po’ arida, la vegetazione è proprio scarsa, così che se non si vuole arrostire - e dopo un po’ anche il fanatico del sole più sfegatato deve cercare un po’ d’ombra se non vuole collassare! – bisogna proprio portarsi un ombrellone, una tenda solare... e tanta ma tanta acqua da bere! E frutta! Noi ci siamo attrezzati con uno zaino frigo, ghiacciavamo l’acqua nel congelatore dell’appartamento con in doppio risultato di avere acqua bella fresca e di tenere fresca anche la frutta e i panini. Abbiamo incontrato moltissimi ciclisti nei nostri giri e abbiamo fatto amicizia con un gruppo che ci ha portato fino a Martinscica: anche qui belle spiagge e ristoranti sul mare: noi abbiamo mangiato del pesce ottimo e fresco appena fuori dal porto, in un ristorante con una terrazza veramente accogliente, personale gentilissimo. Ci ha fatto un po’ impressione il paese turistico che si incontra prima di entrare a Martinscica, veramente tantissimi appartamenti, ma per fortuna Martinscica non è così, pur essendo turisticamente abbastanza accogliente e frequentata. Meno turistica, ma comunque frequentata è invece Beli dall’altra parte dell’isola rispetto a dove eravamo noi: ci eravamo andati per vedere il centro dei grifoni, ma lo hanno spostato (vicino a Senj, mi sembra), così ci siamo “accontentati” di una visita al museo etnografico e un giro in paese che è piccolo e racchiuso da mura e si trova in cima a una collina con vista sul mare. Poi siamo scesi alla baia dove c’è un piccolo campeggio, un porto piccolino e una bella spiaggia di ciottoli e ci siamo stati fino a sera e al rientro siamo andati a mangiare l’agnello con le patate a Loznati, non sto a dare indicazioni perchè a Loznati non c’è altro che questo ristorante, davvero!

Spiaggia di Valun spiaggia
Martinscica Martinscica

Tornati a casa ci siamo resi conto di aver scattato così tante foto che richiamo di diventare “quelli delle vacanze in Croazia” che tormentano gli amici e li mettono seduti per ore facendo vedere uno dopo l’altro tutti i loro mille scatti.... ebbene sì! Siamo noi e stiamo anche programmando un “Croazia 2, il ritorno”, anzi stiamo già raccogliendo informazioni mentre scriviamo...