Biograd

Dove si trova

Zona della Croazia: CENTRO
Regione: Dalmazia settentrionale
da Trieste (km) : 335 CAP: 23210 - Prefisso telefonico: 023

Com'è Biograd
5570 abitanti
classe turistica A
13 hotel - 3 campeggi
non è un'isola

Biograd - nel cuore della Dalmazia

Biograd na Moru è un comune nel nord della Dalmazia con vista sull'isola di Pasman sulla strada che da Zara porta a Vodice e Sibenik, ha una popolazione di circa seimila abitanti e appartiene alla contea di Zara. Il paese si trova a 28 km a sud di Zara su una piccola penisola con due baie, Bosana a nord e Soline a sud e di fronte a due isole Planac e Sveta Katarina. La baia di Soline ha una grande spiaggia di sabbia circondata da pineta. L'economia è basata su agricoltura, pesca e turismo e Biograd è inoltre porto per i traghetti diretti all'isola di Pasman.
La città è il centro della Riviera costituita da Sveti Petar na Moru, Turanj, Sveti Filip i Jakov, Pakostane e Drage.
Grazie alla sua posizione sulla parte più frastagliata dell'Adriatico è ideale per turismo nautico e vela. Oltre che per il patrimonio storico e culturale, Biograd è nota anche per le spiagge, cla cucina casalinga offerta dai ristoranti e la buona offerta turistica.

Foto di Biograd

  • Biograd vista panoramica

    Biograd vista panoramica

  • riva di Biograd

    Riva di Biograd

  • Spiaggia a Biograd

    Spiaggia a Biograd

  • nel porticciolo

    Porticciolo di Biograd

  • Marina di Biograd

    Marina di Biograd

Come arrivare a Biograd

La città è raggiungibile in aereo data la vicinanza dell'aeroporto di Zara che dista 20km, e Spalato (120km), in traghetto con le linee Ancona-Zara, in treno con scalo alla stazione di Zara (28km) o Benkovac (18km) o autobus. La stazione degli autobus si trova nel centro della città con partenze ogni trenta minuti per Zara e ogni ora per Spalato e Zagabria.

Informazioni sulla città

Oltre che per il patrimonio storico e culturale, Biograd è nota anche per le spiagge, la cucina casalinga offerta dai ristoranti e la buona offerta turistica. Nei mesi estivi la città offre numerosi programmi culturali, un ricco programma di intrattenimento ed eventi sportivi.
Il canale di Pasman con le sue numerose isole e isolette protegge la riviera di Biograd dai forti venti a vantaggio di bagnanti e diportisti. I porti turistici di Biograd hanno mille posti barca in mare e duecento posti a terra e sono aperte tutto l'anno.
Tra gli sport che è possibile praticare un occhio di riguardo è riservato al tennis con quattordici campi con fondo in terra e 6 campi cementati, oltre a vela e immersioni con club autorizzati. Vengono organizzate regate, scuola di vela e scuola di immersioni.

Vacanze a Biograd

Vuoi ricevere delle offerte per questa destinazione? Da valutare senza impegno

RICHIEDI

Da vedere a Biograd e dintorni

Si trova nel centro di Biograd, sul porto della città. L'edificio in cui è situato è stato costruito tra diciottesimo e diciannovesimo secolo sui resti di mura medievali. Il Museo Nazionale è composto da una collezione archeologica, i resti del relitto di una nave affondata nel sedicesimo secolo, una collezione etnografica, il dipartimento di Storia e una mostra pittorica permanente. La collezione "carichi di relitti sommersi del sedicesimo secolo" è quella che attira la maggiore attenzione dei visitatori e ospita più di diecimila oggetti provenienti da una nave veneziana affondata nel sedicesimo secolo.
Il lago Vrana si trova a soli quattro chilometri ed è costituito dal più grande lago naturale della Croazia che nella parte nordorientale ospita la Riserva Ornitologica.
vedere alla pagina Lago di Vrana
Isole Kornati si trovano nella parte centrale dell'Adriatico a 10 migli nautiche a sud di Biograd. E' stato dichiarato Parco Nazionale nel 1980 e si estende per 220kmq contando 89 isole, isolette e scogli. La parte "su terra" del Parco copre meno di un quarto della superficie totale. Vengono organizzate diverse gite giornaliere con le navi e battelli da Biograd verso le Kornati
vedere alla pagina Kornati
Le cascate e il parco del fiume Krka sono situati nel territorio della contea di Sibenik-Knin e si estende per 109 chilometri quadrati lungo il fiume Krka. La sorgente del fiume Krka si trova alla base del monte Dinara a 3,5 km a nord est di Knin e 22m sotto le cascate Topoljski Slap, Veliki Buk e Krcic Slap che in estate sono secche
continua a pagina Cascate di Krka

Biograd - consigli e diari di vacanza di chi è già stato

  • Durante i giorni di ozio siamo stati a Soline, vicino Biograd, dove c'è l'unica spiaggia di sabbia della zona che siamo riusciti a trovare. Anche qui l'acqua è limpida e trasparente, molto bello il posto, infatti si trova in una insenatura circondata da una verde pineta ed è molto adatto ai bambini ...

    Marco e Francesca Francesca e Marco | Racconto da vacanza a Biograd
  • Posti stupendi, acqua sempre limpida, ricca di fauna, gente ospitale e simpatica... io la consiglio davvero di cuore!

    barca a vela Ilaria | Consigli
  • Da Zara a Zaravecchia (Biograd) il passo è breve e alle 17.00 entriamo in un grazioso campeggio nei dintorni di Drage. Il campeggio è situato in un vecchio oliveto che da direttamente su una graziosa insenatura ...

    Kornati Franco | Diario di vacanza a Biograd ed isole Kornati

Biograd nella storia

Biograd na Moru (nel medioevo conosciuta anche come Civitas Alba, Belgrado e Zaravecchia) è stata costruita sulle rovine dell'antico insediamento romano di Blandona. Viene nominato per la prima volta nel decimo secolo come castrum da Costantino Porfirogenito nel suo De Administratndo Imperio. Nell'undicesimo secolo diviene sede di re Croati e nel 1059 è sede di una diocesi e nello stesso anno viene fondato il monastero benedettino di San.Giovanni e il convento di suore si San Tommaso. Nel 1102 viene incoronato re Koloman e nel 1125 la città viene distrutta dai Veneziani. E successivamente subirà gravi danni durante le guerre veneto-turche. Il nucleo antico dell'abitato è situato sulla penisola- Nel diciannovesimo secolo la città aveva mura con torri circolari.
I resti della cattedrale, una basilica a tre navate, sono andati distrutti insieme alla chiesa del monastero di San Giovanni. Della chiesa di San Tommaso si conservano solo frammenti. Fuori dall'insediamento più antico si trovano le rovine di una piccola chiesa ad una navata con abside e i resti di un cimitero. La chiesa parrocchiale di Santa Anastasia, costruita nel 1761, presenta altari barocchi uno dei quali è di legno dorato. Fuori dall'antico insediamento si trovano anche le chiesette di San Rocco e San Antonio. Vi sono anche siti preistorici e i resti di un acquedotto romano. Il Museo Civico ospita una collezione archeologica con reperti preistorici e il già citato carico di nave affondata nel sedicesimo secolo.
Già stato qui? Ricordi di qualche posticino? Hai qualche dritta o consiglio da dare?

SEGNALA

Spiagge di Biograd

A Biograd na Moru ci sono moltissime spiagge di ciottoli e ciottolini, attrezzate, con animazione e la possibilità di affittare sdraio e ombrelloni, pedalò e kayak e praticare diversi sport, dal basket alla pallavolo... Le spiagge di Biograd si trovano per la maggior parte vicino al centro cittadino e si raggiungono facilmente a piedi seguendo il lungomare. Nella parte settentrionale Di Biograd c'è la spiaggia civica di Bosana, di ciottolini, mentre dalla parte opposta ci sono una serie di spiagge circondate da una fitta pineta che cominciano con la spiaggia dell'hotel Ilirija e Adriatic, la spiaggia Drazica di ciottolini e la spiaggia Soline di sabbia e a 3 km dal centro c'è la bellissima baia di Crvena Luka... ma non basta!
(continua alla pagina Spiagge a Biograd)
  • spiaggia Biograd

    Spiaggia a Biograd

  • Crvena Luka a Biograd

    Crvena Luka

  • Bosana

    Spiaggia Bosana

  • spiaggia Soline a Biograd

    Spiaggia Soline

  • spiaggia Bosana

    Bosana a Biograd

La nave veneziana

Nel museo nazionale di Biograd quella che attira la maggiore attenzione dei visitatori è la collezione "carichi di relitti sommersi del sedicesimo secolo" che ospita più di diecimila oggetti provenienti da una nave veneziana affondata nel sedicesimo secolo. La nave veneziana era carica di prodotti di pregio per il commercio nei porti del mediterraneo e affondò nel 1583 nel canale di Pasman, vicino all'isola Gnalic, a duemiglia nautiche circa da Biograd. Venne scoperta per caso nel 1967 da pescatori di Murter. Da allora è stata fonte di studi e ricerche e la collezione di oggetti che ne è derivata può essere suddivisa in due gruppi: attrezzatura navale e scorte che comprende due grandi ancore, nove cannoni di bronzo, utensili da cucina di rame e stagno. Merci di scambio tra cui oggetti di lusso in vetro, finestre di vetro rotondo e vetro soffiato, specchi provenienti dalla bottega veneziana di Murano.
Un gruppo particolare di oggetti è costituito da vetro color marrone scuro, e una grande quantità di piccole perle di vetro di diversi colori e grandezze. Sono stati ritrovati anche due tipi di candelieri, a parete e a soffitto, di manifattura nordeuropea, articoli tessili, tre tipi di ceramica, vasellame semplice da cucina, maiolica dipinta e ceramica incisa. Oltre a ciò il carico era composto da numerosi oggetti di uso quotidiano, ditali, aghi da cucito, spilli, rasoi, forbici e due bilance di precisione, materie prime e semilavorati tra cui ottone, stagno, cinabro e carbonato di piombo.

Le gite da fare

Trovi interessanti queste informazioni? Condividile con i tuoi amici!

Dove andare? Come scegliere? Qui sappiamo darti le indicazioni giuste

CONTATTACI