Strade in Croazia

Autostrade, pedaggi, prezzi carburante, vignette - tutto sulle strade in Croazia

Per quanto riguarda la costruzione della rete autostradale, la Croazia è stata negli ultimi anni uno dei principali cantieri Europei. Quasi inesistente prima del 2000, la rete autostradale è completata su quasi tutte le direzioni principali. Chi non è stato da quelle parti da qualche anno , dovrà fare conto con tempi di percorrenza dimezzati, strutture moderne e "ricordare con nostalgia" le vecchie strade costiere con le quali si andava in vacanza a 50 km/h.

Autostrade in Croazia

In Croazia provenendo da Trieste si entra principalmente da due direzioni:
- dal valico Plovanija, dove entra chi sia diretto in Istria
- dal valico Pesek , per chi sia diretto verso Quarnero, Dalmazia, Zagabria o altre parti della Croazia. In entrambi i casi già dopo una decina di chilometri imboccherete la rete autostradale che molto probabilmente vi porterà fino alla vostra destinazione. Le autostrade ormai consentono di raggiungere quasi ogni parte della Croazia. La prima cosa da sapere sulle autostrade in Croazia è che il pedaggio si paga al casello, esattamente come in Italia. Il pedaggio si può pagare in valuta locale, con le carte di credito, o anche direttamente in euro. In Croazia non ci sono dei bollini, vignette o cose simili, che invece esistono in Slovenia (e ne scriveremo più avanti).

Verso la Dalmazia

Autostrade Rijeka Zagreb Dubrovnik
  • A1 Zagabria - Dubrovnik - è completata per l'88%. Mancano gli ultimi 70 km fino a Dubrovnik dove la strada è di tipo statale.
  • A6 Rijeka - Bosiljevo - oppure Rijeka - Zagabria in quanto a Bosiljevo si congiunge all'autostrada A1. Questa è la direzione principale per chi provenga dall'Italia e sia diretto verso Spalato, Zara o le isole.
  • A7 Rupa (frontiera con la Slovenia) - Zuta Lokva - è ultimata la prima parte fino a Crikvenica. Questa autostrada viene utilizzata dal confine fino a Rijeka e fino al ponte di Krk o alla Riviera di Crikvenica e Senj. La tratta fino a Zuta Lokva (che si trova sulla A1 e dove la A7 andrebbe a congiungersi alla A1) è prevista per 2020.
Ricapitolando: entrando in Croazia al valico Rupa, dopo 10 km entrate in autostrada e con l'autostrada potete arrivare fino alla Dalmazia meridionale (A7-A6-A1), tutto a corsia doppia. Decidendo di utilizzare questo percorso bisogna prestare attenzione a due dettagli: il passante per Rijeka, viene utilizzato anche come tangenziale cittadina e ci sono dei limiti di velocità, da rispettare. Sempre passando per Rijeka dopo il ponte e il tunnel Trsat, bisogna prendere la direzione Zagreb (se diretti verso Bosiljevo e Dalmazia), altrimenti si finisce a Krk o Crikvenica, o sulla vecchia strada statale costiera nel caso si voglia farla (è più lenta, ma molto spettacolare!)... vedere strade alternative

Verso Istria

Autostrade in Istria
  • A9 Kastel (frontiera con la Slovenia) - Pola - è la cosiddetta "Y Istriana" e percorre il lato occidentale dell'Istria passando per l'interno. Da utilizzare se diretti a Porec, Rovigno, Fasana, Medulin...
  • A8 Kanfanar - Rijeka - rappresenta "il lato destro della Y istriano" di cui sono sono ultimati solo 20 km sul totale di 65 km previsti. Il resto è comunque in superstrada percorribile a velocità di 90km/h fino a tunnel Ucka, alle porte di Rijeka, dove la strada si congiunge alla A7.
Provenendo dalla direzione di Koper in Slovenia entrate in Croazia al valico Plovanija e dopo 4 km si può prendere l'autostrada A8, "Y Istriana", con la quale si arriva nei pressi di tutte le località dell'Istria. Utilizzando questa direzione per arrivare in Croazia, per percorrere la Slovenia, molto probabilmente vi servirà il loro bollino autostradale (vignetta)... vedere Vignetta Slovena

Verso Est

Autostrade in Croazia orientale
  • A2 Macelj (frontiera con la Slovenia) - Zagabria - questa autostrada proviene dalla direzione dell'Austria (Graz).
  • A3 Bregana (frontiera con la Slovenia) - Zagabria - Lipovac (frontiera con la Serbia) - è l'autostrada da Lubiana verso Belgrado che costeggia il fiume Sava e percorre la regione della Slavonia.
  • A4 Zagabria - Gorican (frontiera con l'Ungheria) - è l'autostrada da Zagabria verso nord e città di Varazdin che prosegue verso l'Ungheria, e arriva fino a Budapest.
  • A5 Srednaci (svincolo con A3) - Osijek - è previsto il proseguimento verso il nord ed Ungheria
Se andate al mare e arrivate da Trieste, molto probabilmente non utilizzerete nessuna di queste autostrade che percorrono il nord e l'est della Croazia. Nel caso foste diretti invece proprio in queste zone, o in transito verso l'est Europeo, è bene sapere che anche questa direzione sia comodamente percorribile in autostrada.
Lungo la rete autostradale ci sono delle aree di servizio, sono abbastanza numerose e ben distribuite. La maggior parte di queste stazioni di servizio fornisce tutti i tipi di carburanti, e ci sono anche ristoranti, bar, bancomat, aree giochi per i bambini, servizi: sono aperte 24 ore su 24. Dal momento che l'autostrada attraversa per buona le zone montane della Croazia, spesso dalle aree di servizio si gode di paesaggi fantastici, oppure viaggiando di notte d'estate si trovano delle temperature inaspettatamente basse per il periodo dell'anno, il che rende ogni sosta potenzialmente una mezza attrazione.

Pedaggi

Il pedaggio in Croazia si paga al casello, in valuta locale, con carte di credito, o anche direttamente in euro. Al casello c'è sempre di fronte a voi, sulla sinistra tra il casellante e la sbarra, lo schermo che indica l'importo da pagare: in kune e in euro. Pagando in euro, il resto che il casellante vi renderà (se dovesse esserci resto) sarà sempre in kune.
Accedendo al casello bisogna fare attenzione ed evitare le uscite segnate con la scritta verde ENC che sono riservate al Telepass locale. Indichiamo i pedaggi sulle tratte principali, giusto per rendere l'idea su quanto costino le autostrade in Croazia (aggiornato 18/11/2016).
Tratta Auto veicoli
Rijeka - Spalato (praticamente la più lunga tratta che ci sia) €27
Rijeka - Zadar 1 €17
Rijeka - Zagabria €10
Umago - Pola (la più lunga tratta sulla Ypsilon istriana) €6
Rupa - Rijeka €1
Ponte di Krk (solo andata: il ritorno è gratis) €5
Galleria Ucka (sulla Ypsilon istriana) €4

Prezzi di carburante

In Croazia sono in vendita due tipi di benzina verde: eurosuper95 ed eurosuper98. L'eurosuper95 è del tipo verde standard presente in tutte le stazioni di servizio ed la Eurosuper98 è di qualità maggiore. Il gasolio si vende con il marchio Eurodiesel ed è presente in tutti i distributori. Il GPL è molto frequente specialmente nelle aree lungo l'autostrada e non ci sono problemi per fare rifornimento: in Croazia GPL viene segnato con l'abbreviazione LPG. i distributori di metano invece sono praticamente inesistenti e ve ne sono solo due in tutta la Croazia: a Zagabria e Fiume. I prezzi dei carburanti in Croazia (aggiornati al 18/11/2016):
Carburante Al litro
Benzina verde Eurosuper95 €1,20
Eurodiesel €1,11
GPL €0,53

Vignetta autostradale in Slovenia

In Slovenia, a differenza dalla Croazia e dall'Italia, i pedaggi autostradali non si pagano al casello, ma acquistando un bollino (la vignetta) che bisogna esporre sul parabrezza dell'auto. Siccome per arrivare in Croazia bisogna obbligatoriamente passare per la Slovenia, da qui nascono degli equivoci che "serva un bollino per andare in Croazia", o nei peggiori casi che ci sarebbe "una tassa per andare in Croazia", cosa che, naturalmente, non è vera. Addirittura, per raggiungere il 90% delle destinazioni in Croazia non serve neanche avere il bollino autostradale Sloveno! ...come spiegheremo più avanti.
vignetta Slovenia Intanto spieghiamo come funzioni il bollino o la vignetta Slovena. In vendita ci sono 3 tipi di vignetta a seconda della durata: annuale, mensile e settimanale. Per le autovetture standard la vignetta settimanale costa 15 euro, quella mensile 30 euro e quella annuale 110 euro, viene venduta in quasi tutte le aree di servizio dopo Venezia verso Trieste, anche in alcuni uffici ACI, oppure in Croazia vien venduta presso quasi tutti i distributori di carburante. Chi deve acquistarla, può procurarsela senza problemi già centinaia di chilometri prima di entrare in Slovenia.
Qui accanto c'è un facsimile della vignetta settimanale dove bisogna "bucare" la data quando si inizia ad utilizzarla: questa vignetta è valida per 7 giorni compresa la data segnata/bucata. Qui nasce il primo "disguido" al quale la vignetta deve la sua impopolarità: se andate in Croazia per i classici 7 giorni sabato-sabato e transitate per la Slovenia di sabato, acquistando la vignetta lo stesso giorno, a distanza di 7 giorni una vignetta settimanale non vi basterà, perché scadrà di venerdì. In questo caso vi serviranno due vignette settimanali: meglio a questo punto prenderne una mensile visto che ha lo stesso costo di due settimanali!
La seconda ragione dell'impopolarità della vignetta è che andando in Istria dovrete percorrere sulle autostrade slovene solo una decina di chilometri fino a Koper, il che comporterà il costo di un bollino settimanale di 15 euro (in Croazia con € 17 euro potete percorrere 300km di autostrada da Fiume a Zara... ).

Come evitare la vignetta autostradale in Slovenia

Se state andando da Trieste verso Rijeka, cioè verso qualsiasi destinazione in Croazia che non sia in Istria non dovete percorrere le autostrade in Slovenia e per ciò non vi serve avere la vignetta autostradale. Come si fa? Sostanzialmente dovreste percorrere il tragitto: Padriciano - Basovizza - valico Pese - Kozina - Podgrad - valico Pesek - Rupa. Ci sono solo due punti dove bisogna prestare attenzione per non sbagliare strada:
1 - arrivando con l'autostrada da Monfalcone bisogna uscire all'uscita Padriciano (vedere foto sotto - posizione Google Maps 45.661174, 13.830051) e seguire le indicazioni per Fiume/Rijeka fino ad uscire dall'Italia al valico Pese
2 - appena entrati in Slovenia, dopo 4 km bisogna girare a destra, sempre per Rijeka. L'incrocio si trova proprio davanti all'Hotel Casinò Admiral (vedere foto sotto - posizione Google Maps 45.608871, 13.931757)
  • uscita svincolo Padriciano

    uscita Padriciano

  • incrocio Hotel Admiral a Kozina

    incrocio davanti all'hotel Admiral

Questi sono gli unici due punti dove teoricamente potreste sbagliare strada, altrimenti bisogna sempre andare dritti in direzione Fiume/Rijeka e Croazia. Facendo così non solo non finirete in autostrada in Slovenia, ma vi troverete anche nell'unica direzione corretta per andare in Dalmazia, Quarnero, isole Krk, Rab, Brac, a Zara, Spalato, Dubrovnik e per il 90% delle località turistiche Croate per raggiungere le quali, ripetiamo:

non serve avere la vignetta autostradale Slovena

. Per chi è diretto in Istria.
In questo caso c'è un percorso in autostrada in Slovenia lungo una decina di chilometri tra Trieste e Koper. Qui spieghiamo come si fa ad evitarlo, ma almeno per il viaggio di andata ci sentiamo quasi di raccomandare di prendere comunque la vignetta settimanale e di proseguire in autostrada fino a Koper.
La prima ragione è perché il percorso alternativo non è del tutto facile da individuare. Da quando non ci sono più i controlli doganali tra l'Italia e la Slovenia, al punto dove bisogna svoltare si arriva ad una certa velocità e basta poco per mancarlo. E la seconda ragione è che sbagliando eventualmente il percorso sulle strade secondarie, si rischia di perdere del tempo, magari viaggiando anche nei giorni con traffico intenso, e di arrivare alla località di villeggiatura scelta dopo aver perso qualche ora. Per chi volesse comunque tentare, riportiamo le indicazioni:
continuando a scendere con l'autostrada per la zona industriale di Trieste, si arriva al valico di Rabuiese che si presenta esattamente come sulla foto sotto (posizione su Google Maps 45.582894, 13.797393)
  • valico Rabuiese

    valico Rabuiese/Skofje

  • incrocio Hotel Admiral a Kozina

    percorso alternativo

Già a qualche decina di metri dopo gli ex caselli doganali bisogna svoltare a destra, entrare dal distributore di benzina e svoltare subito a destra in direzione Hrvatini e Skofje (questo percorso è segnato con la linea verde sulla foto sopra). Passato il paese Skofje, sulla rotonda bisogna proseguire dritti seguendo l'indicazione Dekani. Dopo 1km circa c'è la seconda rotonda dove bisogna seguire l'indicazione Bertoki (e non più Dekani). Nella frazione Bertocchi/Bertoki bisogna girare a sinistra in direzione Sv.Anton e dopo 200 m svoltare a destra in direzione Koper proseguendo sempre dritti per 3km circa. Entrati a Koper/Capodistria (passato il cartello del paese) dopo 500 m si arriva all'incrocio con la strada principale dove bisogna svoltare a sinistra seguendo le indicazioni per Pola/Pula. Dopo 300 m si arriva al semaforo. I dieci chilometri rimanenti fino all'entrata in Croazia sono da percorrere in strada "normale" che non necessita di vignetta. Al rientro basta seguire lo stesso percorso al contrario: è più facile da individuare!

Trovi interessanti queste informazioni? Condividile con i tuoi amici!

Dove andare? Come scegliere? Qui sappiamo darti le indicazioni giuste

CONTATTACI