Dubrovnik - cenni storici

Croazia Info

Dubrovnik | Indietro | Croazia info

Dubrovnik - entrata ovest - Chiesa di S.Salvatore e Convento Francescano - Grande Fontana d'Onofrio Dubrovnik - Plaza o Stradun - sullo sfondo la Torre dell'Orologio Dubrovnik - piazza Luza e il Palazzo del Rettore Dubrovnik - Palazzo Sponza
Dalle'entrata Ovest della città: Chiesa di S.Salvatore, Convento Francescano, Grande Fontana d'Onofrio, la Placa (Stradun), Palazzo Sponza, la Torre dell'Orologio, il Palazzo del Rettore.

Fondata dai profughi romani di Epidaurum (oggi Cavtat) all'inizio del VII sec. sull'isola di Lausa ("laus" in greco "scoglio" - in latino "labes", zona irta), viene denominata Rausa - Ragusa e Ragusium. Nel IX secolo l'insediamento è già dotato di ottime difese (resiste per 15 mesi all'assedio dei saraceni), e tra i secoli VII/XII prospera sotto il dominio bizantino. Nel XII sec. viene colmato il canale tra isola e terraferma con la creazione della più celebre via della città - la Placa o Stradun - e si completa il sistema di mura che protegge la città. Nel 1205 Dubrovnik viene a trovarsi sotto il dominio diretto di Venezia (fino al 1358) pur continuando a comerciare indipendentemente fino alla Siria e alla costa Africana.

Dubrovnik - Stradun o Plaza Dubrovnik - vicolo parallelo allo Stradun Dubrovnik- il porto visto dalle scale delle mura
"Stradun"
"parallela"
il porto
Dubrovnik - vicolo Dubrovnik - Cattedrale dell'Assunzione di Maria Dubrovnik - dalla piazza
vicolo
Cattedrale
dalla piazza

Nel 1358 D. si sottomette ai sovrani di Croazia e Ungheria pagando un tributo per mantenere la propria libertà con la formazione di una repubblica aristocratica (Respublica Ragusina); il ritiro delle navi veneziane sollecita la costruzione navale e da' un ulteriore impulso ai commerci che si estendono nel XIV a Egitto, Spagna, Francia e Turchia alla quale, dopo il 1526, la città verserà un tributo annuo. Nel XV secolo la Repubblica comprendeva nei propri confini la fascia costiera da Ston a Cavtat, le isole di Mljet e Lastovo e la penisola di Peljesac. Pace e prosperità portarono allo sviluppo di arti, scienze e letteratura:
- Marin Drzic (1508-67) letterato noto sop. per la commedia "Dundo Maroje";
Ivan Gundulic (1589-1639) poeta e drammaturgo - poema epico "Osman";
- Ruder Boskovic (1711-87) fisico.

Dubrovnik - portale della chiesa di S.Francesco Dubrovnik - Cattedrale dell'Assunzione di Maria Dubrovnik - particolare dalla chiesa di S.Biagio
portale
vicolo
S.Biagio - lat.

1667 terremoto - spazza via la città - resistono Palazzo Sponza e Palazzo del Rettore - la città viene ricostruita in stile barocco uniforme con case modeste disposte in fila - a piano terra negozi.

1667 terremoto - spazza via la città - resistono Palazzo Sponza e Palazzo del Rettore - la città viene ricostruita in stile barocco uniforme con case modeste disposte in fila - a piano terra negozi.

1667 terremoto - spazza via la città - resistono Palazzo Sponza e Palazzo del Rettore - la città viene ricostruita in stile barocco uniforme con case modeste disposte in fila - a piano terra negozi.

Dubrovnik - Rupe - museo etnografico, granaio della città Dubrovnik - vicolo Dubrovnik - particolare dalla chiesa di S.Biagio
Rupe - entrata
vicolo
maschera
Dubrovnik - Rupe Dubrovnik - Rupe
Dubrovnik - Grande Fontana d'Onofrio Dubrovnik - Piccola Fontana d'Onofrio Dubrovnik - fontana nel Palazzo del Rettore
Grande e Piccola Fontana d'Onofrio - Palazzo del Rettore

Costruita nel 1438 dal napoletano Onofrio della Cava con cui la Repubblica aveva stipulato un contratto per la costruzione dell'acquedotto cittadino - Onofrio costruì un acuqdotto lungo 12 km con due diramazioni, una fornisce d'acqua le botteghe della zona Pile e l'altra, all'altezza della torre Minceta, verso la città - in questa zona Onofrio costruisce una serie di mulini. L'acqua era accessibile alla popolazione in due punti: a ovest - edificio poligonale che fungeva da cisterna - e a est - fontana che riforniva di acqua il mercato in piazza Luza. Altre fontane si trovavano accanto all'area della pescheria e del porto, nell'atrio del Palazzo del rettore, nel chiostro del Convento Francescano ed esisteva anche una "Fontana Giudea". La fontana d'Onofrio venne gravemente danneggiata dal terremoto del 1667 e quello che si vede oggi è la sola architettura; degli ornamenti scultorei sono visibili i 16 rilievi di mascheroni dalle cui bocche sgorga l'acqua.

Dubrovnik - Chiesa Domenicana Dubrovnik - fontana nel Palazzo del Rettore Dubrovnik - chiostro del Convento Domenicano
Chiesa e Convento Domenicani

Nel 1225 i domenicani arrivano a Dubrovnik e si stabiliscono nella Chiesa di S.Giacomo con casa nel rione di "Peline" (in cima all'odierna Zlatarska ulica = via degli orefici). Nel 1228 viene donata dalla fam.nobiliare Palmotic la Chiesa di S.Maria Assunta con giardino nel sobborgo Ploce - qui nel XVI vengono costruiti una nuova chiesa, la sagrestia, il campanile. Comincia quindi una lunga successione di opere di ampliamento e miglioramento: nel 1417 viene costruita l'ala destra del convento con doppia fila di stanze con grandi finestre quadrate rivolte verso il chiostro; nel 1519 (data leggibile sulla parete sotto una finestra) vengono ultimate sacrestia e capitolo e vengono costruiti i piani superiori e l'ala orientale; nel 1520 vengono costruite stanze nella parte superiore Nord da entrambi i lati, e su richiesta della Repubblica, nel mezzanino settentrionale viene costruita una foresteria per l'alloggio di diplomatici stanieri, mentre nel 1591 viene allestito un refettorio con atrio e grande camino nell'ala Nordovest. Nel 1538 Andrea Ferramolino - inviato a Dubrovnik da Andrea Doria su intercessione di Papa Lucio III (1534-49) per rinforzare le difese della città - innalza le mura della parte settentrionale della città superando il tetto del convento - le stanze (55) di quel lato rimaste senza luce vengono demolite, tuttavia grazie al terrazzo e alle finestre rinascimentali del piano superiore orientale il Convento mantiene in controllo della via tra i monti Bosanka e Arkovica attraverso i quali passavano carovane dirette in Bosnia, Serbia, Bulgaria - sul porto, l'isola di Lokrum e sul mare aperto. Tra 1492 e 1520 iniziano e terminano i lavori di costruzione della Biblioteca nell'ala Ovest che, in parte finanziata dalla Repubblica di Dubrovnik, diverrà biblioteca pubblica.

Dubrovnik - Palazzo del Rettore cortile Dubrovnik - Palazzo del Rettore loggia Dubrovnik - Palazzo del Rettore porticato
Palazzo del Rettore

Costruito alla fine del XV secolo per ospitare il rettore che governava Dubrovnik si trova accanto all'edificio del Consiglio Comunale (un tempo Palazzo del Consiglio Maggiore) - è costruito in stile gotico rinascimentale, ed è stato ripetutamente danneggiato e restaurato/ampliato. Oltre al gabinetto di lavoro e agli apparatamenti del Rettore, nel palazzo erano presenti la sede del Consiglio minore, le sale per i ricevimenti e le udienze. Curiosità: Il rettore che era eletto per un mese non poteva lasciare il palazzo tranne che per ragioni ufficiali - accompagnato da un cerimoniale ogni sera riceveva le chiavi delle porte della città che gli venivano affidate durante la notte; la mattina il cerimoniale si ripeteva per la restituzione delle chiavi. Lungo il muro della facciata ovest, sotto il porticato, si trovavano banchi di pietra ornati - vi sedevano su cuscini di seta il Rettore con i membri del Consiglio Minore per ricevere il saluto della bandiera durante la Festa di San Biagio e per salutare gli ambasciatori diretti in terre lontane - rettore e seguito vi assistevano alle feste del Carnevale. Oggi è sede del Dipartimento di Storia del Museo di Dubrovnik - vi si trovano arredi il più possibile fedeli allo spirito del luogo, ritratti e stemmi dell'aristocrazia ragusea, una raccolta numismatica di denaro in conio appartenente alla Repubblica, le chiavi originali delle porte della città e una serie di copie di importanti documenti di stato oltre al monumento (1638) al cittadino Miha Pracat ricco navigante di Lopud che lasciò tutti i suoi beni allo Stato - opera dello scultore Pietro Giacometti di Recanati - danneggiato dal terremoto è stato riparato e riposizionato nel 1783.

Dubrovnik - piazza Dubrovnik - vicolo Dubrovnik - vicolo verde Dubrovnik - scalinata Dubrovnik - vicolo Dubrovnik - Loggia