Risnjak Parco Nazionale


Croazia Info


Appartamenti | Crikvenica | Jadranovo | Klenovica | Senj | Indietro | Croazia info


Parco Nazionale Risnjak
ingresso al Parco Risnjak


Il Parco Naturale del Monte Risnjak si trova alle spalle del tratto di costa che va da Kraljevica a Senj, a 15 km dal mare e ha una superficie di 6350 ettari.
Le due città più vicine sono Delnice e Cabar, la punta più alta è la cima Risnjak a 1528 m,mentre il punto più basso è rappresentato dalla valle del fiume Kupa (290 m).
Appartiene al sistema delle Alpi Dinariche – ha una struttura complessa per cui le rocce più antiche di epoca Paleozoica si trovano nella parte superiore del corso del fiume Krasicevica e in parte nella valle del fiume Kupa – rocce triassiche si trovano a metà altezza sul livello del mare nelle aree intorno a Leska, bela Vodica e Biljevina, mentre rocce più giovani del Triassico e Giurassico si trovano nelle aree più alte delle montagne Risnjak e Snjeznik. Il rilievo del Parco Naturale è caratterizzato da numerose caratteristiche calcaree come pascoli secchi, caverne sotterranee scavate da corsi d’acqua, profonde caverne e distese calcaree frutto di eventi idrologici e climatici. L’area intorno ai monti Risnjak e Snjeznik è tipica delle aree forestali calcaree Europee.

Come si raggiunge il Parco Nazionale Risnjak:
Il Parco si trova nella parte nordoccidentale della regione del Gorski kotar, vicino alla città di Fiume ed è raggiungibile in auto seguendo l'autostrada A6 Fiume-Zagabria L'entrata al Parco si trova presso Crni Lug, che è raggiungibile con strada asfaltata via Delnice (est), via Platak (ovest), via Gornje Jelenje (sud) e via Gerovo (nord).



     Come si visita il Parco Naturale Risnjak:

Il modo migliore di visitare il parco è camminare, arrampicarsi fino alla cima delle montagne – Veliki Risnjak 1528m e Snjeznik 1506m e godersi la vista – sono disponibili una serie di sentieri. Chi non si allenato può visitare le sorgenti del fiume Kupa. E’ necessario vestirsi appropriatamente, portasi acqua e cibo e seguire i sentieri segnati, oltre che prestare attenzioni alle previsioni del tempo.
Entrate:
Entrata sud - dal passo di Gornje Jelenje si deve imbroccare una strada che attraversa il bosco e che porta in direzione nord a 4 delle entrate al Parco - Vilje, Cajtige, Lazac e Segina. Oppure si può seguire una stretta strada asfaltata che tocca i paesini di Zelin Crnoluski, Prezdana jama, l'incrocio Pjetlicev vrh e l'incrocio Jama or Risnik.
Entrata nord - da Gerovo e Lazac. Dall'incrocio Vrsicko Krizanje nella parte nordorientale proseguire fino al rifugio Zauharova e quindi seguire la strada che da Segina porta a Lazac.
Entrata occidentale - via Platak e Snjeznik.
Entrata orientale - via Delnice seguendo la strada che porta a Crni Lug (12 km). Ci sono tre accessi principali alla valle del Fiume Kupa - Razloge, Kupari e Hrvatsko.
Biglietti:
I biglietti per adulti costano 45 kune/6 euro, per bambini e ragazzi fino a 18 anni 25 kune/3 euro, i bambini fino a 7 anni non pagano, alpinisti con tessera dell'associazione 25 kune/3 euro.

osservare la fauna nel Parco Risnjak
Parco Nazionale Risnjak orso bruno Europeo


     Da vedere nel Parco Risnjak:

Risnjak
Il massiccio del monte Risnjak si distingue chiaramente dal verde dei boschi montani per via del bianco luminoso delle sue rocce. Si alza 1528m sopra la baia del Quarnero, l’Istria e le Alpi Giulie della vicina Slovenia. Ci sono numerosi sentieri per camminata che portano alla cima del monte: La via più vicina per raggiungere la cima del Monte Risnjak è da Gornje Jelenie (entrata Vilje) dove con una strada parzialmente lastricata si raggiunge il sentiero che passa attraverso Medvjeda Vrata. Il secondo sentiero parte da Cajtiga che si trova a pochi chilometro dall’entrata Vilje da Gornje Jelenje. Entrambe le direzioni richiedono un’ora circa di cammino. L’accesso da Crni Lug richiede tre ore di camminata e possono essere usati due sentieri: il sentiero Horvatova Staza porta lungo la grotta Vucja Jama e più oltre attraverso l’area di Bukovac e Smrekovac terminando di fianco al rifugio montano. Nel ritorno si può imboccare il sentiero che attraversa Porta Medvjeda e Markov Brlog e finisce sul sentiero Leska. Veliki Risnjak è accessibile dalle direzioni di Mrzle Vodice, Platak e Gerovo. Per una visita di un giorno si suggerisce il sentiero che parte da Gornje Jelenje e il rientro con uno dei percorsi a Crni Lug, l’entrata principale del Parco. Al di sotto della cima del Monte Risnjak si trova il Rifugio Montano dotato di 6 letti e ottima cucina locale.

Fiume Kupa: le sorgenti del fiume.
L’area è stata proclamata protetta il 12 dicembre del 1963 e ha una superficie di 10 ettari. Il fiume si trova 321 sopra il livello del mare – il corso superiore viene chiamato La Valle Incantata delle Farfalle per via della sua flora rigogliosa e altrettanto ricca fauna. Le sorgenti del fiume sono accessibili da due direzioni: dal villaggio Razloge, a 15km da Crni Lug, e dal villaggio di Kuparu, a 30km da Crni Lug – a causa delle strette strade l’accesso ad entrambi i villaggi è possibile solo con piccoli autobus o auto private. Da Razloge la strada è un susseguirsi di curve a gomito e sono necessari 30 minuti di camminata per raggiungere le sorgenti. E’ possibile raggiungere le sorgenti anche dal villaggio ri Hrvatsko – il tragitto Hrvatsko -Crni Lug dura 45 minuti in auto – attraverso Kupari (Hrvatsko-Kupari 1 ora e mezza di camminata)). Il sentiero da Kupari corre vicino al corso d’acqua e conduce alle sorgenti in 30 minuti. Per il ritorno si può percorrere il sentiero che corre lungo la sponda destra del fiume, parallelo al corso dell’acqua.

Leska
Durante la visita al Parco Nazionale Risnjak il Sentiero Didattico Leska non può mancare: aperto il 4 giugno del 1993 ha subito due ristrutturazioni ed è accessibile da Crni Lug, vicino agli uffici amministrativi del Parco. Ci sono 23 tavole informative lungo 4.2km di sentiero che descrivono la ricchezza naturale e culturale del Parco.

Rifugi montani
Il rifugio sotto la cima del Monte Risnjak in località Smrekovac è stata la prima struttura ad offrire sistemazione ai visitatori della montagna. Venne costruita dal nobile Turn-Taxis per se stesso, ma è stata utilizzata anche da altri. La costruzione del rifugio venne iniziata nel 1931 e il 18 Settembre del 1932 venne ufficialmente inaugurato il Rifugio Doctor Josip Schlosser Klekovski. Dalla sua apertura ad oggi il rifugio ha subito diverse ristrutturazioni, la più grande delle quali completata nel 1988 e che diede al rifugio il suo aspetto attuale. Il Rifugio è stato gestito dal club alpinistici fino al 1991 quando è subentrata nella gestione l’Amministrazione del parco Nazionale.


Snježnik
La cima rocciosa con i suoi pascoli montani vi sorprenderà con la sua accessibilità e bellezza. Le piante di quest’area si sono adattate alle difficili condizioni climatiche e tollerano senza grandi problemi il calore estivo, i forti e freddi venti, mentre il belvedere che si trova a 1506m sul livello del mare è uno dei più spettacolari della Croazia. Per raggiungere Snjeznik da Platak serve circa un’ora. La via più semplice è prendere il sentiero attraverso il promontorio di Greben verso la cima, mentre per il ritorno si può prendere il sentiero che scende nella parte occidentale della cima del Monte Snjeznik. Se avete più tempo suggeriamo di visitare sia la cima di Risnjak che quella di Snjeznik – l’altopiano di Platak si trova tra le due cime .


fiume Kupa nel Risnjak
escursioni in bici nel Parco


     Vacanze attive:

E’ possibile utilizzare la bicicletta per apprezzare a pieno la bellezza del Parco. Presso le entrate di Crni Lug/Bjela Vodica, i punti informazioni di Bijela Vodica e Razloge e nel Rifugio Montano è disponibile una mappa del Parco dove sono indicati i sentieri percorribili, dai più corti (4.2km) ai più lunghi (40km). Per l’osservazione della fauna del Parco sono stati predisposti dei punti di osservazione. Pesca – la stagione di pesca sul fiume Kupa comincia il 15 Maggio.

     Altre informazioni sul Parco Naturale Risnjak:

Clima:
Il Parco è influenzato dal clima Adriatico e dal clima continentale che si intrecciano creando una specificità climatica tipica di questa zona. Le estati sono miti con temperature medie che si aggirano intorno ai 20°, primavera e autunno sono piovosi e l’inverno è lungo, nevoso e freddo. Nelle aree più alte la temperatura si abbassa notevolmente e le precipitazioni aumentano. L’area è caratterizzata da valli calcaree e inghiottitoi carsici con un loro specifico microclima – rappresentano un ecosistema unico con vegetali e temperature specifiche che le differenziano completamente dall’ambiente circostante.
Flora:
Pascoli – i tratti erbosi nel Parco del Risnjak cono piccoli, le superfici più ampie sono costituite da pascoli rocciosi in cima ai monti Risnjak, Snjeznik e Guslica, mentre la cintura erbosa delle montagne è rara e solitamente circondata da boschi. Si sono tappeti erbosi formati da erba a foglia stretta e garofano, ma ci sono anche pascoli rocciosi nelle aree più esposte delle cime montuose, dove per via dei forti venti, la neve viene spesso soffiata via durante l’inverno e le piante sono solitamente esposte ai climi più estremi: basse temperature e mancanza d’acqua dovute al terreno ghiacciato. Ecco perché tra le piante si trovano quelle basse perenni, e non sono presenti piane annuali (la stagione vegetativa è troppo breve per il loro completo sviluppo). I terreni erbosi sono particolarmente minacciati in conseguenza del declino dell’allevamento di ruminanti nell’area del Parco Nazionale e dell’assenza di falciatura. Uno degli effetti visibili è lo sviluppo dei boschi e la conseguente perdita di specie erbacee e della fauna ad esse associata. Le radure costituiscono l’habitat vitale di diverse specie animali tra cui farfalle, passeracei e ungulati. Le aree più consistenti si trovano intorno a Leska, Lazac, Segine, Hrvatsko, Btov Laz e le radure umide attorno al fiume Kupa. Le praterie sono anche una importante componente della diversità paesaggistica.



Fauna
Mammiferi:
L’area del Risnjak è habitat dell’orso bruno, del lupo e della lince. La lince è la specie più rara, il loro numero basso, ma è l’animale che dà il nome al parco. Il numero di lupi va da 160 esemplari a 200, sono specie protetta la cui caccia è proibita per legge. L’habitat principale è costituito dalle superfici calcaree del Gorski Kotar, Lika e Dalmazia. I branchi di lupi del monte Risnjak e del Monte Snjeznik sono tracciati.
Il numero di camosci è diminuito ed è in atto un piano di reintroduzione. Il cervo rosso e il capriolo sono presenti in numero scarso rispetto all’habitat e si possono trovare anche cinghiali.
L'orso bruno ha il suo habitat naturale nell’area del Risnjak, con una cintura di 500m oltre i confini del Parco a stretto monitoraggio per evitare che gli esemplari protetti del Parco sconfinino nei terreni di caccia adiacenti.
Uccelli
Ci sono 114 specie di uccelli, 78 delle quali nidificano proprio nell’area boschiva del Parco: tra questi si contano galli cedroni (protetti), falchi pellegrini, gufi pigmeo, allocco degli urali, allocco bruno, picchio schiena bianca, picchio tridattilo...

Parco Nazionale Risnjak
Robinson nel Parco Nazionale Kornati


     Cultura e tradizioni del Monte Risnjak:

Eredità culturale
La popolazione della regione del Risnjak è molto scarsa e segue il trend demografico comune del territorio del Goski Kotar che è il graduale spopolamento. Secondo il censimento del 2001 la popolazione totale conta 61 persone, alcuni villaggi sono ormai completamente deserti.
Tradizioni
L’intera area ha una grande tradizione di silvicoltura, ma la valle della Kupa è orientata verso l’agricoltura e l’allevamento.
Oggi si coltivano alberi da frutta, ortaggi e si allevano piccoli animali: la rivitalizzazione di queste piccole aziende agricole è importante per l’area. Pesca e caccia sono vietate, anche se costituivano una importante fonte d’entrate per le popolazioni locali. La caccia venne bandita dall’area con la creazione del Parco Naturale che divenne rifugio per molti animali dal momento che, coprendo un’area che va dall’altitudine di 290m sul livello del mare a 1500m sul livello del mare, costituisce ambiente ideale per le migrazioni stagionali.
La lavorazione artigianale del legno e l’intreccio di cesti in passato erano praticate su larga scala, oggi sono scomparse. Dal 2006 sono stati organizzati numerosi workshop per l’insegnamento delle tecniche per la produzione di tegole di legno.


Case tradizionali e raccolta delle legna nel Parco Risnjak
Robinson nel Parco Nazionale Kornati


Sistemazione nel e vicino al Parco Risnjak:
Il Parco Nazionale Risnjak dista meno di 1 ora d'auto da Fiume e dalla costa affacciata alla baia del Quarnero dove è possibile trovare alcune ottime sistemazioni da utilizzare come basi per esplorare la montagna e l'entroterra ancora poco conosciuto.
Ci sono poi alcuni Rifugi di Montagna (aperti solo durante alcuni periodi dell'anno) e hotel e pensioni nelle località più turistiche.

trova sistemazione



Fiume | Crikvenica | Krk