Rab - isola di Rab

Croazia Info

Appartamenti | isola di Rab | località e spiagge | Traghetti | Indietro | Croazia info

Rab paese Rab paese Rab paese

Sulla la penisola tra la baia si Sant'Eufemia e il porto cittadino si trova la città antica
Da vedere:
- Giostre cavalleresche di Rab:
manifestazione tradizionale in costume medievale che si svolge più volte durante l'anno sulla piazza di San Cristoforo.
- Fiera di Rab:
antica festività voluta dal Consiglio Maggiore della Città il 21 luglio del 1364 per celebrare la liberazione di Rab dai Normanni grazie alle preghiere di San Cristoforo nel 1075, oggi si svolge in tre giornate, il 25 luglio festa di San Giacomo, il 26 luglio festa di Sant'Anna e il 27 luglio (giorno del martirio del Santo) festa di San Cristoforo e si conclude con la giostra cavalleresca.
- Convento di Sant'Antonio:
convento francescano costruito nell'undicesimo secolo situato nel nucleo storico della città - Kladanac - custodisce un dipinto olio su tela della città di Rab del 1638.

- Cattedrale dell'Immacolata Assunzione della Vergine Maria:
riconoscibile per la facciata bicromatica in pietra dell'isola. Sulla chiesa di Santa Maria del quarto secolo, venne fatta erigere nel dodicesimo secolo una basilica romanica a tre navate consacrata da papa Alessandro III nel 1177, e successivamente ristrutturata nel quindicesimo secolo.
Di grande importanza sono il ciborio al di sopra dell'altare maggiore, il coro riservato ai canonici e tra le reliqui il canio si San Cristoforo.
Il campanile si trova a cinquanta metri dalla facciata della cattedrale (verso ovest), è alto 26 metri ed è in stile romanico, per la sua costruzione vennero utilizzate pietre provenienti da monumenti romani smantellati e utilizzati come materiale edile.
L'attuale cupola a piramide esagonale che copra la sommità del campanile è stata costruita in sostituzione della cupola originale quadrangolare distrutta da un fulmine.

Rab paese Rab paese Rab paese

- Monastero di Sant'Andrea:
monastero benedettino dell'undicesimo secolo con chiesa a tre navate rinnovata nel diciottesimo secolo con decorazioni in stile barocco che nascondono elementi decorativi romanici. Si trova nella parte orientale della baia di Sant'Eufemia.
- Chiesa di Santa Giustina:
costruita insieme al monastero tra il 1573 e il 1578 (il monastero venne chiuso nel 1808) - dietro l'altare maggiore si trova una raffigurazione di san Giuseppe della scuola pittorica di Tiziano. Oggi ospita un museo con una collezione di oggetti sacri.
- Chiesa di Santa Croce:
costruita nel tredicesimo secolo, in estate ospita le serate musicali di Rab.
- Chiesa di San Giovanni Evangelista (rovine):
la basilica risale al periodo precristiano e venne ristrutturata nell'undicesimo secolo, quando venne aggiunto il campanile alto oltre venti metri. In origine ospitava un momastero benedettino che nel tredicesimo secolo venne consegnato ai francescani. Recenti lavori di studio e restauro hanno portato alla ricostruzione di alcune parti del deambulatorio dell'altare della basilica.
- Palazzo Bakota:
circondato da un muro con portale in tile gotico veneziano.

- Chiesa di San Cristoforo:
appartaneva al francescani glagolitici che tenevano la liturgia in glagolitico, costruito nel 1490.
- Mura cittadine:
la costruzione delle mura iniziò tra dodicesimo e tredicesimo secolo e le due torri - Torre di San Cristoforo e Torre degli Arditi - risalgono al quindicesimo secolo.
- Palazzo del Podestà:
dominato da una torre in stile gotico e rinascimentale, in facciata si evidenzia un balcone con decorazioni a forma di testa di leone e balaustra rinascimentale. Oggi sede degli uffici comunali e del municipio.
- Loggia civica:
costruita nel 1509 in stile rinascimentale. nello stesso periodo venne costruito anche l'orologio cittadino.
- Palazzo Dominis Nimira:
costruito nel quindicesimo secolo in stile rinascimentale, abbellito da finestre e da una volta con lo stemma della famiglia Dominis.
- Penisola Kalifront:
situata nella parte nord occidentale dell'isola è caratterizzata da numerose baie e una fitta foresta di alberi sempreverdi: ospita il bosco di lecci chiamato Dundo che dal 1949 è protetto.

Rab paese Rab paese Rab paese

Leggende di Rab:

- San Cristoforo, protettore della città di Rab:
salvò la città dai normanni con le sue preghiere il 9 maggio del 1075 e il nove maggio ancora oggi si festeggia il Giorno della Vittoria della città di Rab.
- San Marino:
secondo la leggenda verso la metà del terzo secolo lo scalpellino Marino fuggì da Rab alle persecuzioni contro i cristiani ed arrivò ad Arminum-Rimini rifugiandosi sul Monte Titano dove, inseieme ad altri fuggiaschi costruì una città.

- la pastorella Draga e Kalifront:
la leggenda racconta che il giovane Kalifront custode delle pecore del padre, si innamorò della pastorella Draga figlia di un amico del padre, ma la giovane non poteva ricambiarlo essendo stata consacrata dalla madre a Diana. Fuggendo da Kalifront Draga invocò l'aiuto della dea che nelle vicinanze della grotta Loparska Jamina la tramutò in una statua di pietra e punì Kalifront costringendolo a piantare alberi fino a quando la sorgente della grotta non si fosse posciugata. Con l'infittirsi del bosco anche Kalifront divenne sempre più simile ad un animale che a un essere umano e alla fine si fuse con il bosco.

Rab paese Rab paese Rab paese